Il consigliere comunale di Vittoria Roberta Sallemi aderisce al Partito Democratico

Il consigliere comunale di Vittoria Roberta Sallemi aderisce al Partito Democratico

Roberta Sallemi, eletta al Consiglio Comunale di Vittoria nella lista Aiello Sindaco, rende noto di aver deciso di aderire al Partito Democratico. Per questo motivo, alla prossima seduta utile del civico consesso, comunicherà la decisione e aderirà al gruppo consiliare del PD.


Il "progetto di Fattoria"

Il "progetto di Fattoria"

Più di 500 mila consumatori, raggiunti attraverso attività dirette nei principali store della Sicilia e in Regioni obiettivo come Piemonte e Lombardia, e con iniziative di promozione su social, hanno avuto modo di conoscere, degustare e acquistare il formaggio Ragusano Dop e i formaggi biologici siciliani, incrementando così la presenza sul mercato e offrendo ai produttori siciliani maggiori opportunità. E’ stato questo l’obiettivo centrato dal “Progetto di Fattoria” che da giugno ad oggi ha sviluppato le proprie differenti azioni per promuovere queste eccellenze casearie iblee. Focus sul Ragusano Dop, formaggio proveniente da allevamenti del Sud Est siciliano ubicati nella zona geografica indicata nel disciplinare di produzione, e focus anche sull’importante produzione lattiero casearia iblea svolta in biologico. A promuovere il “Progetto di Fattoria” è stata l’Ats formata tra Progetto Natura (una delle più importanti cooperative che si occupano della raccolta del latte e della sua trasformazione e che, con la controllata Natura & Qualità detiene anche il marchio Ragusa Latte) e da Latticini di Fattoria (azienda Occhipinti Giuseppe specializzata in produzioni casearie biologiche). L’Ats ha aderito al bando promosso dall’Assessorato regionale all’Agricoltura per il “Sostegno per le attività di informazione e promozione svolte da associazioni di produttori nel mercato interno” secondo il PSR 2014-2020, sottomisura 3.2.
Con le diverse azioni progettuali si è puntato all’incremento delle presenze dei prodotti d’eccellenza all’interno della GDO in Sicilia, Piemonte e Lombardia sviluppando contestualmente un’attività di promozione digitale del Ragusano Dop e dei Latticini Biologici anche mediante la creazione di pillole video sulla produzione, sulla lavorazione e sulla stagionatura, veicolati tramite i canali digitali con una massiccia campagna informativa


Nino Minardo presenta disegno di legge contro il limite dei due mandati per i sindaci

Nino Minardo presenta disegno di legge contro il limite dei due mandati per i sindaci

"Dalla legge per l'elezione diretta dei sindaci sono passati quasi trent'anni e nel frattempo la politica e la società, ad ogni livello, hanno subito profonde mutazioni. Il limite dei due mandati consecutivi oggi è obsoleto se non addirittura dannoso per le comunità". Lo afferma il segretario regionale della Lega in Sicilia e deputato della Camera, Nino Minardo, annunciando di avere presentato una legge per l'abolizione del limite.
"Apprezzo le iniziative che in Parlamento già ci sono per togliere questo limite così come ho apprezzato la recente presa di posizione dell'Anci", dichiara ancora il segretario della Lega che aggiunge: "Siamo in tanti a ritenere di dover garantire ai cittadini una guida con maggiore continuità ovviamente sempre confortata dal consenso degli elettori. Appare insensato che quella del primo cittadino sia l'unica figura istituzionale a subire questo vincolo. In parlamento sono diverse le proposte di legge in questo senso, tutte del centrodestra, ma nessuna è in corso di esame. Adesso ne sto proponendo una io con l'obiettivo di coinvolgere le altre forze politiche e di raggiungere rapidamente l'obiettivo".


Ragusa, due vie intitolate ad altrettante donne impegnate nel mondo della scuola nel secondo dopoguerra

Ragusa, due vie intitolate ad altrettante donne impegnate nel mondo della scuola nel secondo dopoguerra

Martedì 16 novembre, alle ore 11, in Contrada Mangiabove sulla S.P. n. 25 Ragusa - Marina di Ragusa, si terrà la cerimonia di intitolazione di due vie a Giovanna Campo - direttrice didattica ( 1917 -2007) e Lina Tribastone - insegnante ( 1930 -2000), due concittadine che si sono contraddistinte nel campo professionale, civico e sociale.
La richiesta di intitolazione per onorare la memoria delle due donne ragusane, è stata presentata al Comune dalla presidente comunale del Centro Italiano Femminile (CIF) di Ragusa, Dora Muccio Cascone ed accolta dall’Amministrazione comunale che, con delibera della Giunta Municipale, ha deciso di dare corso a tale istanza.
"Giovanna Campo e Lina Tribastone - si legge nella richiesta della presidente del CIF di Ragusa - hanno contribuito nel nostro territorio, negli anni immediatamente successivi alla fine del secondo conflitto mondiale, a ricostruire i valori civili e morali del tessuto sociale, alla organizzazione di servizi per la famiglia e per l’infanzia, alla trasmissione alle giovani generazioni del sapere e dei principi religiosi e morali che la guerra aveva disperso. Nel post guerra Giovanna Campo e Lina Tribastone hanno operato nel mondo della scuola, all’interno delle associazioni di ispirazione cristiana e sono state un punto di riferimento per tante generazioni di ragazzi".


Ragusa, da lunedì 15 nuovamente fruibile la piscina comunale

Ragusa, da lunedì 15 nuovamente fruibile la piscina comunale

La piscina comunale di via Magna Grecia, che è stata oggetto di lavori di manutenzione straordinaria riguardanti i locali tecnici e i sistemi di filtrazione dell'acqua delle vasche, sarà aperta e potrà essere fruita per le attività natatorie da lunedì 15 novembre.
L’impianto sarà utilizzabile dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,30 alle ore 13,15 (ultimo ingresso) e dalle ore 14,30 alle 22,30, mentre il sabato sarà aperta dalle 9,30 alle 11 (ultimo ingresso) e dalle 14.30 alle 18 (ultimo ingresso).
Per accedere ed utilizzare la struttura comunale, gli utenti e le società di nuoto dovranno attenersi alle linee guida e disposizioni governative vigenti in materia, consultabili presso lo stesso impianto. Per ulteriori informazioni è possibile telefonare ai seguenti numeri: 0932 676601 - 676603


Dipasquale (PD): estendere l'emergenza regionale

Dipasquale (PD): estendere l'emergenza regionale

Per i danni causati dal ciclone mediterraneo in provincia di Ragusa, on. Dipasquale (PD) chiede a Musumeci di estendere lo stato di emergenza regionale dichiarato lo scorso 27 ottobre per il ciclone Apollo fino  alla provincia di Ragusa “ “Già lo scorso 5 novembre - aggiunge Dipasquale - il Governo ha esteso lo stato di emergenza regionale ad altre realtà oltre a quella di Catania colpita principalmente dal ciclone Apollo, come per esempio Acate. Alla luce degli eventi atmosferici di oggi, ritengo sia doveroso che lo stato di emergenza, e quindi la richiesta di stato di calamità naturale, venga esteso anche alle altre province che oggi hanno subito danni dal maltempo. Ciò consentirebbe anche agli amministratori comunali e alle aziende colpite, soprattutto nell’ipparino, avviare le procedure necessarie ad accedere ai fondi di solidarietà per i ristori”.

“Sono state due ore di pioggia molto intensa - dichiara ancora Dipasquale - che ha interessato l’area da Vittoria a Ispica passando per Scicli, Ragusa e Modica. A Santa Croce Camerina sono esondati i torrenti San Giovanni, Biddemi e Petraro; a Vittoria, addirittura, si è aperta una voragine in una strada del centro. Sono diverse in tutto il territorio le case e le attività che sono state allagate”.
“Musumeci sia tempestivo - conclude - e si avvii celermente la ricognizione dei danni”.


ASU: il SINALP denuncia la piaga del precariato in Sicilia

ASU: il SINALP denuncia la piaga del precariato in Sicilia

Sulla spinosa problematica relativa alla stabilizzazione dei lavoratori ASU interviene il Sindacato Nazionale Lavoratori e Pensionati (SINALP) con una lunga nota del segretario Andrea Monteleone:

In Sicilia da decenni la politica per obiettivi più o meno velati crea precariato nella pubblica amministrazione.
Ci rendiamo conto che fare politica creando speranze di un futuro lavoro stabile e sicuro rende facile ottenere il consenso.
Vivere in una terra dove il precariato, la mancanza del lavoro, e lo sfruttamento vergognoso di chi vuole solo lavorare dignitosamente per sfamare la propria famiglia, permette al politico di turno di poter avere facile presa sulle speranze e le illusioni di chi si aggrappa a tutto pur di sopravvivere e rimanere in Sicilia.
Questo agire, nei decenni, ha creato il vergognoso pantano del precariato ASU, PIP, CONTRATTISTI, FORESTALI, AMMINISTRATIVI E SANITARI NELLE ASP e per ultimo abbiamo anche i NAVIGATOR per un totale di circa 50 mila schiavi del nuovo millennio che non sanno più quale sarà il loro futuro.
Poi quando finalmente un Governo Regionale decide almeno di intervenire in un comparto di precariato come gli ASU per porre fine a questo vergognoso pantano di illegalità e sfruttamento dei lavoratori, interviene il Governo Nazionale dichiarando che le competenze in merito alla loro stabilizzazione non sono della Regione Siciliana ma dello Stato.
Nel mentre gli altri lavoratori precari, forti della sentenza della Consulta n. 279 del 2020 con la quale sono state dichiarate inammissibili le questioni di legittimità costituzionale dichiarate dal Presidente del Consiglio dei Ministri che fa cadere, di fatto, il blocco alle stabilizzazioni, continuano a chiedere a gran voce di essere stabilizzati.
Ma i nodi si fanno sempre più complessi e di difficile soluzione vista la contrapposizione che si è ormai creata tra Stato e Regione.
Contrapposizione tutta politica che sta ottenendo solo il risultato ben poco lusinghiero di uccidere per l'ennesima volta i sogni di cittadini che, sottopagati e sfruttati in maniera indegna, lavorano e reggono le sorti della Pubblica Amministrazione.
Oggi con la pandemia, ennesima piaga che affligge la Sicilia, il Governo Nazionale ha dato vita ad ulteriore precariato che si andrà a sommare a quello già esistente.
I tanti precari contrattisti assunti dalle ASP matureranno a breve il diritto alla stabilizzazione e chiederanno giustamente che gli venga riconosciuto quanto dovuto.
Potremmo elencare intere pagine di precariato che chiede che gli venga riconosciuto il diritto al lavoro come dignità personale e sociale, e per questo come SINALP chiediamo che il Governo Musumeci faccia tutto quanto è possibile affinché questo dualismo Stato Regione venga superato e si dia attuazione alla stabilizzazione di tutti i Precari Siciliani.
Già nel comparto forestali abbiamo avuto la Sentenza del Tribunale di Ragusa che ha condannato la Regione Siciliana a riconoscere ai lavoratori ben 10 mensilità come risarcimento per la mancata stabilizzazione.
Sentenza pesantissima che se darà la sveglia a tutti i forestali, solo loro saranno in grado di far “fallire” la Regione Siciliana.
Gli ASU sono anch'essi sul piede di guerra e non possono più attendere che il Ministero del Lavoro e con esso il Governo Draghi si esprima su chi spetta la competenza per la loro stabilizzazione.
I Precari OSS attendono anch'essi nel rispetto della Legge Madia che si dia il via alla loro stabilizzazione.
Tutti i precari assunti per l'emergenza COVID stanno per maturare anche loro il diritto al riconoscimento giuridico all'assunzione.
Purtroppo sempre più ci rendiamo conto che viviamo sopra ad una polveriera sociale che può esplodere in qualsiasi momento con danni sociali ed economici incalcolabili.
Chi ha la responsabilità di Governo deve agire affinché non succeda l'irreparabile.


Cosi è se vi pare. Prenotazioni al 3483430018

Cosi è se vi pare. Prenotazioni al 3483430018

Finalmente si può tornare a teatro! "La Piccola Accademia" e "Quelli del circolo" ripropongono "Così è (se vi pare)" di Luigi Pirandello, in scena al Teatro Ideal a Novembre, sabato 20 - 27, ore 20,30 e domenica 21 - 28, ore 18. Il dramma sviluppa il tema della ricerca della verità sull'identità di una donna che la signora Frola afferma essere sua figlia, e che il signor Ponza dice essere la sua seconda moglie. Ciascuno dei due offre la propria credibile "verità", cosicché diventa impossibile stabilire quale delle due sia "l'unica, sola, verità". Lo scettico Laudisi fa da contrappunto al vano affannarsi dei personaggi che ora si schierano da una parte ora dall'altra, fino a giungere alla battuta finale che, pirandellianamente, chiude il dramma lasciando basiti tutti, sottolineata dall'amara risata di Laudisi. Il costo del biglietto con posto assegnato è di €10 . La prenotazione può essere fatta alla Hereatours di via Risorgimento 4 a Ragusa, tel 3483430018


La nuova giunta di Vittoria con le deleghe

La nuova giunta di Vittoria con le deleghe

IL Sindaco Aiello ha nominato  i componenti della sua Giunta :
 CAMPAILLA CESARE,  CORBINO FRANCESCA,  FERRARA KATIA,  FIORELLINI GIUSEPPE, FORESTI FILIPPO,
 LICITRA ANASTASIA,  NICASTRO GIUSEPPE, nato a Ragusa il 3 Agosto 1980.
assegnando anche le seguenti deleghe :
 CAMPAILLA CESARE
Manutenzione urbana; Verde pubblico e parchi; Edifici comunali e scuole, infrastrutture idriche e fognarie,
approvvigionamento idrico; Politiche animaliste e della convivenza urbana.
 CORBINO FRANCESCA
Politiche per l’ambiente, diritti civili; sicurezza; Disabilità; Infanzia ed anziani; Partecipazione sociale; Pari
opportunità, Centro donna, Migrazioni, Diritti umani; Relazioni con il Consiglio comunale.
 FERRARA KATIA
Politiche del turismo e della promozione del territorio – Movida; Problematiche di Scoglitti; Decentramento
 FIORELLINI GIUSEPPE
Politiche del lavoro, bilanci e tributi.
 FORESTI FILIPPO
Politiche sanitarie, Istruzione; Beni e attività culturali, Studi storici e tradizioni popolari.
 LICITRA ANASTASIA
Sviluppo Economico; Servizi e diritti delle Imprese; Sportello Unico, Istituti della Partecipazione e del
Partenariato Economico; Legalità e Trasparenza;
 NICASTRO GIUSEPPE
Lavori Pubblici; Infrastrutture urbane; Energie rinnovabili; Protezione Civile.
di nominare “Vice Sindaco” l’Assessore Foresti Filippo, con le competenze previste dalla legge e dallo Statuto;