Rugby: alle 11,30 Rac-Syrako per la poule salvezza, alle 14,30 con Padua-Nissa inizia il viaggio verso la B

paduapoule2 Nell’impianto di via della Costituzione, doppio impegno casalingo per le due maggiori formazioni ragusane di rugby, alle prese con la giornata di apertura della poule salvezza (il Rugby Audax Clan) e della poule promozione (il Rugby Padua). I gialloneri di coach Alessandro Dipasquale trovano sulla strada della permanenza in serie C la Syrako Siracusa nella terza sfida ufficiale della stagione: una vittoria a testa, entrambe nette ed entrambe fuori casa per i due quindici. Pronostico in favore dei ragusani, ma servirà una prova tutta determinazione e concentrazione. rac2 Nel pomeriggio il via alla poule promozione: le sei migliori classificate dei giorni meridionali della C1 di rugby (Afragola Napoli, Arechi Salerno, Monopoli, Trepuzzi, Nissa, Padua Rugby Ragusa e Trepuzzi) ripartono da una poule prevista con gare di andata e ritorno e con in palio un solo posto per la serie B della prossima stagione. Il Padua Rugby Ragusa inizia (ore 14,30) dalla sfida con la Nissa: seguiranno, dopo due settimane di stop per il Sei Nazioni, le trasferte a Monopoli e Salerno, la gara interna con Afragola e la trasferta a Trepuzzi. Rispettivamente secondo e prima nel loro girone (pareggio a Ragusa e vittoria Nissa a Caltanissetta nella prima fase) si ritrovano dopo tre settimane in una gara dal pronostico molto incerto: la stessa incertezza che caratterizza la poule promozione, anche se non pochi tra gli addetti ai lavori vedono proprio le due siciliane come favorite. Il coach biancazzurro German Greco non si sbilancia e preferisce concentrarsi sull’impegno di domenica: “ Da adesso si fa sul serio, cominciando contro l’unica squadra che già conosciamo. Noi, come le altre cinque squadre della poule, puntiamo alla serie B ma sappiamo di avere davanti un percorso con dieci tappe molto difficili: mi auguro di rimanere in gioco fino all’ultimo. Per il momento, però, pensiamo alla Nissa: anche se avremo qualche assenza importante, l’organico è tale da consentirmi di rimediare senza particolari difficoltà. La stanchezza comincia a farsi sentire, ma è normale per una squadra che lavora sodo da fine agosto. E poi, a questo punto della stagione, la stanchezza è un problema comune a tutte le squadre”.

di Gianni Papa29 Gen 2016 10:01