Calcio: Ragusa al Selvaggio (15,30) con la nuova punta Gruppuso, Marina a Casteltermini, N. Team a Palma di Montechiaro

rg152Dopo il pari di Licata, buono anche se c’è parecchio rimpianto per una vittoria che sarebbe stata possibile (e meritata), il Ragusa affronta al Selvaggio (ore 15,30 arbitro Franzò di Siracusa) il Ravanusa guidato da Loggia, reduce dal pareggio casalingo nella prima di campionato. In casa azzurra il movimento arrivi-partenze ha vissuto una settimana piuttosto intensa, col ritorno al Modica dei fratelli Valerio e l’arrivo venerdì sera della punta Giuseppe Gruppuso, preso dal Paceco di Eccellenza, con un buon passato anche in serie D. Punta di valore, adattabile in vari ruoli, Giuseppe Gruppuso (’89) rappresenta, almeno per il momento, l’ultima tessera del mosaico affidato dalla dirigenza a mister Utro, che dovrebbe recuperare gli assenti e potrebbe anche utilizzare, anche se probabilmente non dall’inizio, l’ultimo arrivato. Gli azzurri, che sperano in una buona presenza di pubblico, puntano nettamente al successo per confermare il ruolo di grande assegnato loro da tutti gli addetti ai lavori. Lunghissima trasferta a Casteltermini (arbitro Carlo di Agrigento)) per il Marina di Gianni Gurrieri, forte del bel successo della prima giornata che la pone nella migliore posizione di classifica tra le squadre ragusane. I padroni di casa vengono dal pari esterno col Macchitella Gela e puntano alla prima vittoria, ma i rivieraschi sono di sicuro in grado di dire la loro. Trasferta anche per la New Team, che viaggia fino a Palma di Montechiaro (arbitro De Caro di Agrigento) per affrontare la squadra battuta domenica scorsa al Selvaggio dal Marina. Dopo la sconfitta interna dell’esordio, senza dubbio sfortunata e con più di una motivata recriminazione per l’operato arbitrale ma anche indice di qualche spigolo da smussare, l’undici di Fabrizio Vacca prova a rifarsi in casa di un rivale a sua volta deciso a riscattare la sconfitta iniziale. Battaglia certa e dura, quindi, in un ambiente “caldo”, ma la prova fornita dall’indistruttibile Bonarrigo e da Bufalino, oltre ai sicuri correttivi apportati dal tecnico, garantiscono delle potenzialità di ben figurare dei gialloneri.

di Gianni Papa18 Set 2015 20:09