Calcio: Ragusa più che di misura, Marina rimonta solo a metà, N. Team gioca domani

ragmacchIl 2-1 sul Macchitella Gela, che ha consentito al Ragusa il previsto, piccolo, avanzamento in classifica, è il classico risultato di misura che sta stretto ala squadra azzurra, vincitrice in maniera molto più netta di quanto lascerebbe supporre il punteggio. Questo è un fatto, ma lo è anche aver segnato il secondo gol soltanto nel finale, dopo aver sprecato (molto anche per la bravura del portiere ospite) tre grosse occasioni ed aver esercitato una quasi costante supremazia, “condita” anche da qualche giocata davvero bella, ed aver corso il rischio di farsi buggerare da una punizione grazioso regalo di una difesa ormai col pensiero alla doccia. In effetti è stato un rischio minimo, e non solo perché la rete gelese è arrivata nell’ultimo minuto di recupero concesso dal mediocre arbitro (gialli a tinchitè e voglia di protagonismo), ma rimane comunque un rischio che non andava corso. Assodato ciò, diciamo che pur brillando meno del previsto gli azzurri hanno fatto la partita, ribadendo di disporre di un potenziale da primi della classe, che consente a mister Utro di adattare “in corsa” la formazione alle necessità del momento. Quanto ai singoli, una generale sufficienza piena, con note di merito particolari per i tre under, Bennardo, Grupposo (se non fosse geloso della palla e ne dispensasse le grazie più spesso anche ai compagni di squadra farebbe davvero sfracelli), Sella e i due marcatori.
rgmcctl2In casa dell’Atletico Gela, il Marina è andato sotto di due reti dopo appena sei minuti, ma, confermando il carattere che ne fa una tra le squadre più simpatiche e ammirevoli, non ha alzato bandiera bianca: anzi, si è rimboccato le maniche ed ha ridotto le distanze con il sempre più capocannoniere Leone (in spolvero come non accadeva da tempo). Poi ha provato a completare l’opera, creando le occasioni per il pareggio, che sarebbe stato meritato: ma non le ha sfruttate, e quando l’Atletico si è allontanato di nuovo con la terza rete, non c’è stato più nulla da fare. Ma la seconda trasferta ha mostrato un progresso, e si può guardare avanti con fiducia. La New Team giocherà il derby di Comiso domani pomeriggio, ma comunque vada tra le due squadra, nel ricordo dell’indimenticabile mister scomparso sarà la tristezza a vincere. Il calendario adesso mette di fila due derby tanto nuovi quanto intriganti: Marina-Ragusa domenica e Ragusa-New Team domenica prossima. Due appuntamenti del tutti inediti, buoni per salire ancora e fondamentale, per conquistare altro pubblico. Ci sarà da divertirsi.

di Gianni Papa05 Ott 2015 09:10