Basket f: messaggio Passalacqua “Ci siamo, ci siamo…”

ndjockNel caso qualcuno avesse davvero dei dubbi sulla Passalacqua versione terzo anno, l’ormai tradizionale vittoria con “scorpacciata” nell’Opening Day ha riportato la sconfitta di Supercoppa al suo posto: quello di una gara affrontata in condizioni non ottimali (senza Rebekkah Brunson, con Camille Little arrivata da due giorni, nessun allenamento al completo ecc.) contro un avversario al meglio. Coach Molino aveva promesso una Passalacqua diversa e il parquet napoletano gli ha dato ragione in pieno: 36 punti di scarto, Camille Little top scorer con 24 punti, sei giocatrici in doppia cifra. E, soprattutto, una dimostrazione di superiorità lampante, della quale le cagliaritane hanno potuto soltanto prendere atto. Per questo, essendo ragazze intelligenti, da un certo momento della gara (terzo tempino) in poi, compreso che l’unico obiettivo alla loro portata era limitare i danni, hanno fatto del loro meglio per riuscirci, anche se (ammettiamolo) con risultati così così. Da parte loro le biancoverdi, ragazze altrettanto intelligenti, rispettose degli obblighi imposti dall’essere vice campionesse d’Italia, hanno fatto di più: cioè hanno avvertito il campionato che le aquile erano tornate (nel caso qualcuno avesse fantasticato sul loro essere andate via).
micovicLa vittoria, limpidissima, è stato il loro modo di dire alle altre tredici squadre della A1: “Ci siamo, ci siamo, eccome se ci siamo”. Anzi, per essere più precisi, “Ci siamo ecc.. anche dovendo ancora lavorare e crescere, anche giocando senza Rebekkah”. Un messaggio non soltanto chiarissimo, ma che in trasparenza lascia anche intravvedere un altro, inquietante (per le altre tredici della A1) messaggio-corollario: “Stiamo lavorando, stiamo crescendo e presto avremo anche Rebekkah: per cui in futuro aspettatevi molto di peggio”. Punto. Chi vuole intendere intenda… Nell’attesa del..peggio (sempre per le “tredici”) domenica occupiamoci del Geas Sesto San Giovanni: morale urge pienone al PalaMinardi. Punto. Non serve aggiungere altro, lo intendono benissimo tutti. Tabellino: Consolini 6, Gorini, Valerio, Erkic 13, Ngo Ndjock 14, Gonzalez 10, Sorrentino, Nadalin 10, Little 24, Micovic 11. Allenatore Molino. ngolittl

di Lina Giarratana05 Ott 2015 14:10