Il rispetto delle regole prima di tutto

Anche nel periodo natalizio, in provincia di Ragusa è proseguito senza sosta il lavoro delle forze dell’ordine per il controllo del territorio finalizzato a contenere la diffusione del Covid-19. Obiettivo: verificare il rispetto delle disposizioni vigenti recentemente introdotte con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri e con ordinanza del Presidente della Regione Siciliana.
I servizi, già pianificati in ambito provinciale, sono stati ulteriormente intensificati nel periodo delle festività natalizie appena trascorse, secondo quanto disposto in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto, in considerazione appunto delle nuove disposizioni normative che hanno imposto stringenti limitazioni agli spostamenti delle persone e alla circolazione, con riguardo ai limiti della Zona Rossa.
I controlli sono stati svolti con l’impiego congiunto di tutte le Forze di Polizia che hanno messo in campo numerose pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Sezione Polizia Stradale di Ragusa e delle Polizie Locali di tutti i comuni della provincia, con pattugliamenti sul territorio in diverse fasce orarie sin dalle giornate a ridosso del Natale e fino a ieri.
Il dispiegamento di mezzi e personale in provincia è stato disposto, sulla base delle indicazioni in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, con ordinanza del Questore di Ragusa. Sono state presenti sul territorio della provincia di 126 pattuglie complessive che hanno eseguito controlli nelle zone centrali e periferiche delle città e nei luoghi a rischio di assembramenti, assicurando nel contempo anche un’attività di prevenzione generale e di prossimità per la cittadinanza.
Complessivamente sono state identificate 1265 persone, controllati 383 veicoli al fine di accertare eventuali spostamenti comunali ed extra comunali che non rientrano espressamente nei casi previsti dalle recenti disposizioni normative, controllate numerose attività commerciali, contestate 22 sanzioni per inosservanza alle norme anti Covid ed elevate 148 contravvenzioni per violazioni al Codice della strada.
Particolare attenzione da parte delle pattuglie della Polizia Stradale di Ragusa alle arterie di collegamento tra le province ed i vari comuni che collegano il comune di Ragusa con gli altri comuni della provincia, con verifiche sui mezzi in transito. Le pattuglie continueranno i servizi di controllo del territorio per tutto il periodo festivo di fine anno con la finalità di verificare ed assicurare il rispetto delle disposizioni emergenziali per il contenimento dell’epidemia. Inoltre si è svolta un’ulteriore riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, con la partecipazione del Dirigente della Polizia Stradale del Direttore Generale della locale Azienda Sanitaria, nel corso della quale è stato acquisito un quadro informativo in ordine ai prossimi rifornimenti e alla distribuzione delle quote di vaccini anti Covid in provincia di Ragusa e sono state disposte idonee misure per garantire la sicurezza dei trasporti dei mezzi che saranno scortati per assicurare la più rapida circolazione e dei centri di conservazione e deposito delle dosi destinate a questo territorio, con particolare attenzione agli itinerari interessati al trasferimento dei vaccini ed ai luoghi di somministrazione dei vaccini stessi che sono stati individuati dalla Direzione Generale dell’ASP. Alla luce dei suddetti dati (22 sanzioni per violazione norme anti Covd) è lecito stare tranquilli: i ragusani hanno recepito il messaggio, anche se in un momento così delicato, in cui non ci si può permettere leggerezze, perfino una minima fetta di popolazione può risultare determinante in un modo o nell’altro. L’auspicio è che i cittadini continuino ad attenersi scrupolosamente alle disposizioni e che si riduca anche il confine relativo a quella piccola fetta di popolazione che, più o meno indirettamente, può rappresentare un pericolo.

di Stefano Ferrera28 Dic 2020 17:12