Presentato il programma 2019/20 della Pastorale della salute

Nella sede dell’Ordine dei medici di via Nicastro, è stato presentato il nuovo programma relativo all’anno 2019-2020 della Pastorale della salute della Diocesi di Ragusa. Il direttore, don Giorgio Occhipinti, cappellano ospedaliero al Giovanni Paolo II, ha  fatto conoscere i componenti della consulta e illustrato le iniziative che caratterizzeranno l’attività dei prossimi mesi. “Il nostro ufficio diocesano si propone – ha affermato – di illuminare con la fede i problemi del mondo della sanità, sottesi alla ricerca, alle acquisizioni scientifiche e alle tecniche di intervento e in cui sono implicate la natura e la dignità della persona umana. D’altro canto, l’ufficio è l’organismo che esprime la sollecitudine amorosa e la presenza operativa della Chiesa verso i malati, il mondo della sanità, la problematica della salute e della malattia, per portarvi la luce e la grazia del Signore con il Vangelo della vita, della sofferenza e della carità”. Tra gli obiettivi “mission” degli appuntamenti in fase di programmazione e pianificazione, incrementare, nella comunità ecclesiale e nella società civile, la formazione di una coscienza e di una visione cristiana sui problemi concernenti la vita e la morte, la salute e la sofferenza, svolgendo opera di educazione sanitaria e morale. Inoltre, con i vari incontri e le varie iniziative che saranno predisposte, ci si prefigge di sollevare moralmente il malato, aiutandolo ad accettare e valorizzare la situazione di sofferenza in cui versa, accompagnandolo con la forza della preghiera e dei sacramenti. E si punterà ad aiutare quanti si trovano in una situazione di disabilità e di handicap a recuperare il senso della vita anche nelle condizioni di minorazione, sino alla scoperta del valore dell’essere, rispetto a quello del fare. Questi i componenti della consulta: Antonella Battaglia, vicedirettore; Stefania Antoci, segretaria; Laura Avellina, referente per le scuole; Franco Blangiardi, settore prevenzione e promozione della salute; Vincenzo Cabibbo, terapia del dolore; Margherita Carfì, pastorale degli anziani; Salvatore Criscione, referente associazioni di volontariato; Giovanna Di Falco, pastorale diversamente abili; Fabio Ferrito, settore emozioni e relazioni; Maria Garofalo, referente parrocchie Msce; Bartolo Giaquinta, referente vicariato di Chiaramonte Gulfi; Rosa Giaquinta, referente Medici di famiglia e ordine dei medici; Giovanna Meli, referente vicariato di Comiso; Giuseppe Mustile, referente vicariato di Vittoria; Giuseppe Occhipinti, referente Asp; Luigi Rabito, referente vicariato di Ragusa.

ntato ieri pomeriggio, nella sede dell’Ordine dei medici di via Nicastro, il nuovo programma per l’anno 2019-2020 della Pastorale della salute della diocesi di Ragusa. L’ufficio è diretto da don Giorgio Occhipinti, cappellano ospedaliero al Giovanni Paolo II, che ha presentato i componenti della consulta e ha illustrato le iniziative che caratterizzeranno l’attività dei prossimi mesi. “Il nostro ufficio diocesano si propone – ha affermato – di illuminare con la fede i problemi del mondo della sanità, sottesi alla ricerca, alle acquisizioni scientifiche e alle tecniche di intervento e in cui sono implicate la natura e la dignità della persona umana. D’altro canto, l’ufficio è l’organismo che esprime la sollecitudine amorosa e la presenza operativa della Chiesa verso i malati, il mondo della sanità, la problematica della salute e della malattia, per portarvi la luce e la grazia del Signore con il Vangelo della vita, della sofferenza e della carità”. Tra gli obiettivi “mission” degli appuntamenti in fase di programmazione e pianificazione, incrementare, nella comunità ecclesiale e nella società civile, la formazione di una coscienza e di una visione cristiana sui problemi concernenti la vita e la morte, la salute e la sofferenza, svolgendo opera di educazione sanitaria e morale. Inoltre, con i vari incontri e le varie iniziative che saranno predisposte, ci si prefigge di sollevare moralmente il malato, aiutandolo ad accettare e valorizzare la situazione di sofferenza in cui versa, accompagnandolo con la forza della preghiera e dei sacramenti. Si punterà, altresì, ad aiutare quanti si trovano in una situazione di disabilità e di handicap a recuperare il senso della vita anche nelle condizioni di minorazione, sino alla scoperta del valore dell’essere, rispetto a quello del fare. Questi i componenti della consulta: Antonella Battaglia, vicedirettore; Stefania Antoci, segretaria; Laura Avellina, referente per le scuole; Franco Blangiardi, settore prevenzione e promozione della salute; Vincenzo Cabibbo, terapia del dolore; Margherita Carfì, pastorale degli anziani; Salvatore Criscione, referente associazioni di volontariato; Giovanna Di Falco, pastorale diversamente abili; Fabio Ferrito, settore emozioni e relazioni; Maria Garofalo, referente parrocchie Msce; Bartolo Giaquinta, referente vicariato di Chiaramonte Gulfi; Rosa Giaquinta, referente Medici di famiglia e ordine dei medici; Giovanna Meli, referente vicariato di Comiso; Giuseppe Mustile, referente vicariato di Vittoria; Giuseppe Occhipinti, referente Asp; Luigi Rabito, referente vicariato di Ragusa.

di Redazione19 Ott 2019 13:10