Startup, Minardo: “favorire rapporto con le Università”

Favorire lo sviluppo di start-up in relazione alle Università: questa la proposta di legge presentata dal deputato nazionale Nino Minardo. Una misura atta ad ottenere “un contributo importante per evitare la fuga dall’Italia dei ‘nostri cervelli’ che quotidianamente emigrano all’estero per avere maggiori opportunità”.
Così Minardo motiva la sua nuova iniziativa politica in merito alle startup e le Università, le quali darebbero vita ad un “importante collegamento pubblico-privato per sviluppare piccole imprese inedite nei settori della tecnologia avanzata che può diventare uno dei settori trainanti della nostra economia. I nostri ricercatori che sono apprezzati in tutto il mondo molte volte vanno a svolgere la loro attività all’estero confermando la loro preparazione spogliando così il nostro Paese di risorse importanti e prestigiose”.
In sostanza, la proposta sulle startup preverrebbe l’istituzione di un fondo economico presso il Ministero dell’Istruzione, il quale premierebbe ed andrebbe a finanziare i progetti più innovativi nati in seno alle Università: “è necessario che anche nel nostro Paese avvenga un collegamento tra università (settore ricerca) ed i giovani laureati che vogliano intraprendere una libera attività privata apportando le loro conoscenze e le loro attitudini in piccole aziende all’avanguardia in settori come quelli delle conoscenze scientifiche e tecnologiche.  Questa proposta di legge vuole quindi offrire un contributo al dibattito sulla ricerca del nostro Paese che difetta non per la qualità del ‘materiale umano’, ma per la quantità delle risorse che le vengono assegnate”.

di Carmelo Dipasquale15 Feb 2017 12:02