La Giunta municipale dice no al progetto di perforazione del pozzo “Arancio”

Assoluto dissenso e contrarietà al progetto di perforazione del pozzo esplorativo “Arancio” presentato dalla società Eni Mediterranea Idrocarburi S.p.A., nell’ambito dell’avvio della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale.
Questo quanto deciso dalla Giunta Municipale che, con apposita delibera approvata nella seduta di ieri, ha preso atto e fatte proprie le osservazioni riportate nella relazione redatta dai tecnici comunali dei Settori IV- Pianificazione urbanistica e VI – Ambiente ed energia.
Nella relazione tecnica redatta dagli uffici comunali, parte integrante del provvedimento approvato, si evince infatti che “l’attività oggetto della richiesta di VIA è fortemente impattante per l’ambiente oggetto di intervento e provocherebbe inevitabili e devastanti danni alla flora, fauna, al suolo e sottosuolo nonché agli abitanti del territorio del Comune di Ragusa e alle risorse e agli ecosistemi del sito oggetto di intervento”.
Copia della delibera e della relazione tecnica saranno trasmessi ai Ministeri dell’Ambiente, dei Beni Culturali, dello Sviluppo Economico, alla Regione Siciliana, alla Soprintendenza ai Beni Culturali di Ragusa ed agli altri enti ed organismi coinvolti nelle valutazioni di competenza.

di Redazione29 Gen 2016 12:01