Continua la protesta dei 39 operai del servizio idrico

Oggi si è svolta la manifestazione dei lavoratori del servizio idrico del Comune di Ragusa. Questo pomeriggio il corteo, radunatosi in via Roma, si è mosso intorno alle 17 per concludere la sua marcia davanti la Prefettura.
I fatti sono ormai noti. Il prossimo 22 dicembre si celebrerà la nuova gara per l’affidamento del suddetto servizio. Il bando di gara, però, per come è stato redatto non garantirebbe la totalità delle 39 unità lavorative ad oggi impegnate e così, da qualche tempo a questa parte, i lavoratori stanno chiedendo all’Amministrazione di modificarlo, in previsione dell’imminente entrata in vigore dell’Ato idrico, che invece li garantirebbe tutti. L’Amministrazione è irremovibile. A nulla sono valse le proteste attuate sino ad oggi, l’unico risultato che sono riusciti ad ottenere, ben magra consolazione se la si paragona alle richieste avanzate, è stato di ottenere un incontro con il prefetto, peraltro neanche voluto dai lavoratori, bensì dal sindaco e dall’assessore al ramo. Incontro che si terrà domani mattina alle 11.
Sono tutti consapevoli, però, che il prefetto non potrà dirimere la situazione, il suo ruolo non è politico, lui potrà solo accertare la legittimità dell’atto emanato dalla Giunta e null’altro. I lavoratori dal canto loro garantiscono che non si faranno intimidire e faranno tutto quello che è in loro potere per difendere i loro posti di lavoro.

12358537_10156340923100268_384895666_n

di Rosario Distefano14 Dic 2015 18:12