Resoconto assemblea Lab 2.0 del 23 settembre 2015

Partecipatissima assemblea del Laboratorio politico 2.0, ieri sera, per organizzare la ripresa delle attività dopo la breve pausa estiva. “Abbiamo pensato che dopo questi due anni di piena attività – ha dichiarato il portavoce del Lab 2.0 Sonia Migliore – durante i quali abbiamo raccolto consenso e numerose adesioni, fosse necessario un cambio di passo sia nella gestione del movimento in sé che nell’approccio nei confronti della cittadinanza. Siamo diventati la casa dei moderati, ben distinti da Pd e Forza Italia, e con questo spirito cercheremo di cucire il tessuto produttivo, culturale e sociale della nostra città con la nostra azione politica che non sarà mera opposizione, ma ascolto e sintesi per offrire proposte concrete. Inoltre – ha aggiunto – cureremo ancora di più la comunicazione tramite i social network e creeremo degli spazi, anche virtuali, nei quali sarà possibile confrontarsi con noi. Solo ascoltando quotidianamente i nostri concittadini, infatti, saremo in grado di occuparci di quelle battaglie che possono migliorare la società in cui viviamo. Intendiamo rappresentare realmente l’alternativa alla cosiddetta antipolitica, a nostro avviso ipocrita – ha concluso – facendo vedere come deve e può lavorare la politica, quella autentica e genuina”.
Molte le novità annunciate o anticipate durante l’incontro, tra le quali la decisione di mantenere sempre attiva la sede di via Archimede 17 a Ragusa, per offrire non solo a chi fa già parte del movimento, ma anche a qualsiasi cittadino, un luogo dove poter fare politica. Infatti, i rappresentanti del Lab 2.0, impegnati nell’opposizione all’attuale governo in città, intendono candidare il movimento a punto di riferimento per raccogliere, tramite un apposito “Sportello del cittadino” segnalazioni e lamentele da sottoporre all’attenzione dell’opinione pubblica e quindi anche dell’amministrazione comunale cui, poi, spetterà il compito di far vedere quanto è interessata al benessere collettivo.
Si sta lavorando anche per realizzare un nuovo momento pubblico, che si terrà nel mese di ottobre, durante il quale fare il punto della situazione sul lavoro svolto dal Lab 2.0 e presentare ufficialmente il manifesto del movimento, per spiegare quali sono i principi che ispirano la sua l’attività e gli obiettivi che si intende raggiungere.
Fermento pure nel settore giovanile del Lab 2.0, coordinato da Alberto Distefano: oltre una ventina di ragazzi, tutti di età compresa tra i 18 e i 25 anni, che proprio in questi giorni stanno organizzandosi per mettere su una manifestazione culturale che dovrà svolgersi nel centro storico di Ragusa superiore, nel mese di dicembre, in occasione della Settimana della Cultura.
“Siamo lieti che un così alto numero di giovani abbia deciso di partecipare attivamente al lavoro del Lab – ha detto il presidente Claudio Castilletti – perché in questo particolare periodo storico, nel quale è palpabile la perdita di interesse nei confronti della politica o, per meglio dire, la paura dell’impegnarsi in tal senso, non credevamo che tanti ragazzi volessero contribuire con le loro idee a un’esperienza come la nostra. Chiaro è che l’intenzione è quella di avere sempre più giovani all’interno del Laboratorio perché è giusto che si occupino dei temi che riguardano il futuro della nostra città dato che coinciderà proprio con il loro”.
Si è proceduto anche al rinnovo del consiglio direttivo del Laboratorio: vengono confermati Claudio Castilletti e Livio Tumino, rispettivamente presidente e vice presidente; il nuovo segretario è Giuseppe Arestia, mentre il tesoriere è Alfonso Munda. Consiglieri sono: Pippo Cappello, Gianni Cappuzzello, Daniele Pavone, Gaetano Arezzo, Carmelo Sciara, Enzo Licitra, Saro Tomasi, Filippo Savarino e Alberto Distefano. Responsabili di segreteria sono, invece: Gianni Distefano, Alba Orefice, Giuseppe Aquila e Graziella Musco. Naturalmente rimangono a svolgere il proprio ruolo in Consiglio comunale in rappresentanza del Lab 2.0 Sonia Migliore, che continua a ricoprire la carica di portavoce, e Manuela Nicita.

di Redazione25 Set 2015 16:09