Expo 2015. Presentato il palinsesto delle iniziative di Ragusa dall’1 al 4 ottobre al Cluster BioMediterraneo

Da Montalbano alle scacce, dall’olio d’oliva dop Monti iblei al vino Cerasuolo docg di Vittoria, dal ricett’Olio all’ultimo cantastorie Giovanni Virgadavola, dal ragusano Dop ai prodotti orticoli della fascia trasformata. Ragusa prova a mettere in mostra per quattro giorni all’interno del Cluster BioMediterraneo di Expo il meglio di sé per quanto concerne le sue produzioni d’eccellenze ma anche le migliori tradizioni. E lo fa per quattro giorni, dall’1 al 4 ottobre, organizzando show cooking, speak easy, eventi che punteranno a richiamare i visitatori di Expo con degustazioni a tema. Il tutto grazie ai Consorzi di tutela (Ragusano Dop, Cerasuolo di Vittoria, Olio Dop Monti Iblei, Ortofrutta di Vittoria, Colli iblei), al consorzio turistico Citur e al consorzio Chiaramonte che hanno avuto finanziato dall’ex Provincia di Ragusa azioni di promozione all’Expo nell’ambito dei fondi ex Insicem e ai comuni di Vittoria, Chiaramonte Gulfi e Comiso. Show cooking riservati ai piatti tipici ragusani (cavati alla norma, il fagiolo cosaruciaru , gli arancini, le scacce) con gli chef Salvo Nicastro, Raffaele Fiaccavento e Vincenzo Spurio. Spazio anche a Montalbano e ai suoi piatti preferiti con testimonial il regista della fortunata fiction tv Alberto Sironi, cittadino onorario di Vittoria, ma anche la tradizionale mostarda d’uva con relativa degustazione. A rappresentare Ragusa in campo letterario Gesualdo Bufalino con i versi musicati di ‘Amaro miele’ dello scrittore di Comiso a cura del cantautore Aldo Raffaele.
Il programma dei quattro giorni è stato presentato oggi nella Sala Giunta del Palazzo della Provincia dal coordinatore del tavolo provinciale Expo Gianni Molè, da Rosario Alescio, in rappresentanza dei consorzi Colli iblei e Cerasuolo di Vittoria, dal sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia e dall’assessore Lisa Pisani e dai presidenti dei consorzi di tutela Enzo Cavallo, Peppino Arezzo, Marco Lo Bartolo, del consorzio Citur Mario Papa e dell’assessore del comune di Chiaramonte Gulfi, Christian Schembari Gatto.
“Ragusa e le sue eccellenze –hanno detto all’unisono amministratori e presidenti dei consorzi – in una felice sintesi tra pubblico e privato proveranno a far emergere le potenzialità enogastronomiche, artistiche e architettoniche di una terra che come diceva Leonardo Sciascia è un’isola nell’isola. All’Expo dovrà emergere la forza agroalimentare di una produzione d’eccellenza data dal vino Cerasuolo di Vittoria (unica Docg dal Meridione in giù), dall’olio Dop Monti iblei, dall’ortofrutta di Vittoria col suo ineguagliabile pomodoro ciliegino e dal formaggio dell’altipiano ibleo come il Ragusano Dop.
In questa isola felice della Sicilia scelta dal Commissario Montalbano per raccontare le sue avventure si ritrovano sapori, odori e profumi che proveranno a fare la differenza nella babele di Expo che tutto trascina e confonde e a mettere in evidenza la propria identità storico-culturale ma anche agricola.

di Redazione28 Set 2015 14:09