L’on. Ragusa denuncia per diffamazione gli autori dei manifesti contro i Commissari di Scicli

“Apprendiamo – dichiara in una nota Guglielmo Palazzolo, presidente dell’Assemblea Cittadina di Scicli – della denuncia per diffamazione, presentata il 19 agosto, dall’on. Orazio Ragusa. Il manifesto di cui si discute non presenta alcun contenuto diffamatorio poiché si limita a riportare – precisa Palazzolo – dei semplici dati tecnici (gli aumenti fiscali) ed un invito ai politici locali a prendere posizione. Pertanto confidiamo nelle Autorità Giudiziarie affinché chiariscano rapidamente i termini della vicenda, acclarando la mancanza di ogni ipotesi di reato”.

La vicenda.

Il 6 agosto scorso, come ricorda lo stesso Palazzolo, a Scicli si tenne un’assemblea pubblica sugli aumenti fiscali decisi dai Commissari straordinari. Durante la suddetta riunione si decise di affiggere dei manifesti col seguente testo: “I Commissari aumentano le tasse agli sciclitani – I commissari del Comune di Scicli hanno raddoppiato ai cittadini l’Irpef aumentandola dallo 0,4% allo 0,8% – aumentato l’Imu sulle seconde case accrescendola fino all’8,1% – aumentato la Tari del 7,72% – aumentato la tassa di soggiorno. Cioè hanno aumentato di circa 200 € in media le tasse ad ogni famiglia di Scicli. Senatrice Padua, Onorevole Ragusa, non vi siete opposti allo scioglimento e continuate ad essere assenti: perché?”

Il 19 Agosto i manifesti venivano attaccati a cura dell’Ufficio Affissioni del Comune, ben presto presto però vennero tolti, forse su pressioni degli stessi onorevoli. Lo stesso giorno, secondo quanto riportato da Palazzolo nel comunicato odierno, l’onorevole Ragusa denunciava gli autori degli stessi manifesti.

di Rosario Distefano28 Ago 2015 16:08