Calcio: prima al Selvaggio (domenica ore 16) col Città di Valverde

Dopo i due convincenti successi in Coppa Sicilia, il Ragusa 2014 cerca al Selvaggio il canonico tris nella prima di campionato col Città di Valverde. La prima del torneo di Promozione (domenica ore 16), prima gara assoluta per i “tre punti che contano” degli azzurri di Salvatore Utro, li vedrà affrontare un Città di Valverde, allenato da Lombardo: un avversario (inevitabilmente) pochissimo conosciuto dall’ambiente, come il Ragusa, allestito con una lunga sfilza di elementi nuovi. Due squadre, quindi, in qualche modo accomunate dal doversi “formare” da zero, con i protagonisti (dirigenti, tecnico, giocatori) della difficile quanto affascinante “scommessa” chiamati ad un successo di grande significato per il morale, ma anche fondamentale per affermare l’intenzione di esserci e lottare per traguardi ambiziosi. Assenti obbligati per squalifica Iabichino e Battiato, a disposizione del tecnico il resto della rosa, integrata dal dodicesimo Capocasale, di fresca acquisizione: un gruppo che in Coppa ha dimostrato personalità, grinta, decisione e buone trame, nel quale i due “senatori” (Nigro e Milazzo) fanno insieme da cardini e punti di riferimento per una squadra giovane quanto ricca di individualità. Prevedibile la riproposta della formazione vittoriosa domenica scorso col Pachino nel ritorno di Coppa, con Cavone, Cicero, Milazzo, Bennardo, Nigro, Dipasquale, Buccheri, Li Castri, Vicari, Hien e Pecorari, con Licitra, La Rosa e Tumino come possibili varianti iniziali. Una squadra di spessore e senza dubbio all’altezza della categoria in tutti gli elementi, con “picchi” di qualità e di esperienza che le garantiscono un potenziale di tutto rispetto: ottimo punto di partenza per un “discorso” che tutti si augurano possa diventare molto “importante”. Innanzitutto con il sostegno dei tifosi, attesi in quantità tale da dimostrare con i fatti la portata di un amore ritrovato verso la maggiore squadra della città.

di Gianni Papa06 Set 2014 10:09