Cambio al vertice dell’Asp ragusana

Angelo Aliquò il commissario dell’Asp 7 di Ragusa ha già un nuovo incarico infatti in seguito alle prime nomine fatte da Crocetta nell’ambito della Sanità, è destinato a dirigere l’importantissimo settore del pronto intervento regionale e cioè la Seus che gestisce il 118. Naturalmente ci sono già le prime polemiche perchè alcuni manager che non erano riusciti a superare i test per diventare manager sanitari sono stati in qualche modo ripescati Stiamo parlando oltre che di Aliquò anche di Vittorio Virgilio, attuale commissario dell’Asp di Caltanissetta. Questo vuol certamente dire che l’assessorato ha valutato positivamente il lavoro svolto nelle rispettive aziende ed ha deciso di affidare a loro compiti di grande responsabilità . Aliquò persona fidata dell’assessore Borsellino e del presidente Crocetta si insedierà il prossimo primo febbraio, come direttore generale della Seus. Questo organismo gestisce i servizi del 118 che conta quasi cinquemila dipendenti ed investimenti straordinari visto che ha il compito di intervenire su tutto il territorio regionale con vari mezzi, dalle autoambulanze all’elicottero attrezzato. Come abbiamo detto per Angelo Aliquò si tratta certamente di una promozione visto che si occuperà di un settore molto delicato. Adesso rimane da scegliere i potentissimi 17 direttori generali, che, secondo quanto fu dichiarato dovevano essere nominati entro la fine dell’anno, ma Crocetta preferì chiudere prima il capitolo della finanziaria e poi dedicarsi ai manager, pare che la prossima settimana sia quella giusta. A Ragusa c’è molta attesa ma sembra ormai certo che quelli provenienti dalla nostra provincia, che hanno titoli per diventare manager, Nitto Rosso, Salvatore Brugaletta, Carmelo Iacono, Pasquale Granata e Caruso, non potranno operare nei propri territori. Si dice che a Ragusa dunque sarà destinato un manager proveniente da Siracusa

di test18 Gen 2014 09:01