Tra le polemiche Spataro indica il nuovo presidente Soaco

spataro sindacoCome da  copione il  sindaco di Comiso ha convocato  una conferenza stampa che si terrà  giovedì 25 luglio alle ore 11.00  presso la stanza di gabinetto per comunicare le Sue determinazioni sulla nomina della presidenza Soaco. Dunque Filippo Spataro  vuole far capire chi comanda in città e  da il cosiddetto colpo in prima. Non sappiamo con certezza quale sono le sue scelte ma, a detta dei soliti ben informati, dovrebbe riconfermare Dibennardo. Intanto continua la querelle tra Digiacomo e Soaco. Dopo l’ultimo attacco del deputato pubblicato ieri sul nostro sito, la società di gestione ribatte così:

l’Aeroporto è stato reso operativo con atto del Direttore Generale di ENAC, il quale, contestualmente, ha ripercorso tutto l’iter normativo e operativo sin qua attuato dagli enti coinvolti.

ENAC, in qualità di ente garante della regolarità del procedimento seguito, ha riconosciuto, con la certificazione consegnata alla Soaco il 22 maggio 2013 ed emanazione del relativo decreto, che fossero stati attuati tutti i servizi essenziali e indispensabili per  l’apertura dello scalo di Comiso tra cui non rientra il deposito ed il  rifornimento carburanti .

Occorre ricordare che nella fase di progettazione dell’aeroporto, il progetto del deposito di stoccaggio carburanti e’ stato stralciato e solo dal 2011  questo Cda  ha progettato e, dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni dagli organi competenti, messo a bando la costruzione del deposito carburanti.

L’apertura  del 30 maggio 2013 è stata approvata alla unanimità sia dai soci di SOACO, con assemblea tenutasi il 15 aprile 2013, che sempre alla unanimità dal CDA  di Soaco .

Ricordiamo all’Onorevole Digiacomo che la convenzione con Enav del 5 novembre 2012  prevedeva l’operativita’ della Torre e quindi il pagamento del canone concordato già dal mese di aprile 2013 .

Solo grazie agli ottimi rapporti instaurati con Enav, l’organo amministrativo della Soaco e’ riuscito a far slittare il primo mese di pagamento del canone al 30 maggio 2013.

Il contratto concluso con Ryanair in data 7 giugno 2013 e’ frutto solo dell’apertura dello scalo a fine maggio 2013 .

Nessun vettore conclude contratti di Handling e programma un operativo ad aeroporto chiuso e quindi non testabile tecnicamente.

I contratti,  a stagione iniziata, non possono che riferirsi alle stagioni future e ciò’ a causa della ovvia programmazione che ogni compagnia aerea effettua con largo anticipo rispetto alla operatività effettiva.

L’onorevole Digiacomo dovrebbe solo gioire dei risultati che, con tanto lavoro e abnegazione dei suoi dipendenti, la Soaco e’ riuscita a realizzare in tempi impensabili nel mese di novembre 2012.

Qualsiasi ulteriore considerazione potrebbe portare solo ad una sterile polemica che non fa altro che danneggiare l’immagine dell’aeroporto in questa fase delicata di start up

 

di Direttore24 Lug 2013 17:07