Multe stradali più care dal mese di gennaio 2013: rincari fino al 6%

AdiconsumE’ servita l’ennesima mazzata per gli italiani, questa volta per quelli alla guida: a partire dal 1 gennaio 2013 è previsto un nuovo aumento per le multe stradali. Il nuovo rincaro è sancito in base a quanto oggettivamente previsto dall’articolo 195, comma 3 del Codice della Strada; stando infatti al testo dell’articolo, il rincaro delle sanzioni avviene attraverso un meccanismo automatico, ma è pur vero che nulla è stato fatto perchè un aggiornamento automatico, almeno adesso, in un momento di profonda crisi, non venisse attuato. Gli automobilisti, insomma dovranno tenere occhi sempre ben aperti alla guida della loro quattro ruote, oltre che per un’incolumità personale anche per l’incolumità del proprio portafogli. L’ammontare del rincaro viene calcolato in base all’intera variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie, secondo la media nazionale accertata dall’ISTAT nei due anni precedenti. Nel caso del rincaro previsto a partire dal mese di gennaio, questo sarà pari al 6%. Alcuni esempi pratici che permettano di capire la situazione. Il divieto di sosta passa da 39 a 41 euro, il mancato uso delle cinture di sicurezza da 76 a 80 euro, la multa per chi utilizza il cellulare mentre guida da 152 a 161 euro, il mancato stop al semaforo rosso da 154 a 163 e, infine, l’eccesso di velocità tra i 10 e 40 orari da 159 a 168 euro. “I comportamenti scorretti vanno sanzionati – dichiara il presidente Cerruto – ma non si può gravare ancora sulle tasche dei cittadini soprattutto in questo periodo di grave crisi economica”.

di Redazione04 Gen 2013 10:01