Crolla una torre faro nel porto di Pozzallo

>

Qualche ora prima a Pozzallo c’era l’assessore falcone a fare un sopralluogo e a raccogliere le tante lamentele pubbliche e private in merito alla funzionalità del porto di Pozzallo e oggi ci dicono che è crollata una grande torre faro che per fortuna, cadendo, non ha fatto danni a persone o cose. Ma poteva andare peggio e  il rischio è troppo alto tanto che  la Capitaneria in pratica ha bloccato tutte le attività mentre il sindaco di Pozzallo ha inviato un comunicato nel quale si dice: Se entro la mattinata di domani – afferma  Roberto Ammatuna – la Regione non interverrà per rendere di nuovo fruibili le aree portuali, non escludo gesti di protesta eclatanti  Non era mai accaduto prima d’ora che il porto venisse bloccato – prosegue il primo cittadino di Pozzallo – e la Regione deve assumersi le proprie responsabilità;.
Il tempo delle parole e delle promesse è terminato – conclude Roberto Ammatuna – e se non seguiranno con la massima tempestività i fatti, si potrà arrivare anche ad uno sciopero generale. E’ incredibile come una delle più importanti infrastrutture dell’isola che fa numeri importanti debba subire lo smacco del disinteresse della Regione.  Falcone, come al solito, ha riempito di promesse i presenti ma dalla politica sono arrivati segnali di dissenso. Oltre all’on Campo dobbiamo rilevare che l’on Dipasquale che ci ha inviato il video relativo proprio sulla  situazione del porto e delle torri faro cadenti aveva fatto un intervento in aula. Vediamo ora che succederà per non chiudere il porto che è l’unico collegamento con Malta per uomini e mezzi.

di Direttore30 Nov 2021 23:11