Scicli, domenica alle urne! #Maria Borgia

I candidati, le liste, i nomi per il consiglio… tutto ciò che c’è da sapere sull’appuntamento elettorale della prossima domenica.

Il momento è importante. Più importante del solito, date le vicende politiche che negli ultimi anni hanno interessato Scicli, e che hanno portato finalmente a questa tornata elettorale per l’elezione del nuovo sindaco. Vicende che comunque appartengono al passato.
Oggi Scicli è più interessata e preoccupata per il futuro della città da qui ai prossimi 5 anni (benché la storia insegni che non sempre sia necessario aspettare un intero lustro per vedere nuovi avvicendamenti fra le cariche più importanti della città).
scicli-panoramica

Verso il 27 novembre

In nome di questo interesse per l’immediato futuro della comunità sciclitana, è nostra intenzione offrirvi una serie di approfondimenti riguardo alle forze pronte a scendere in campo nel fine settimana, quando (nella giornata di domenica 27 novembre), si darà vita ad un nuovo ciclo politico per la città. Per far ciò, guarderemo ai candidati e le liste a loro supporto.

Maria Borgia

Cominciamo con Maria Borgia, candidata per la lista Rivoluziona Scicli. Questa candidatura nasce dagli ambienti e dal pensiero di destra, come si vedrà per esempio riguardo alla trattazione dello spinoso

maria-borgia
La candidata Maria Borgia

argomento “immigrazione”. La Borgia, di forte orientamento cattolico, è già attiva nella comunità sciclitana come responsabile in vari enti no profit, impegnata quindi nel sociale
 
Proprio dalla sua presenza nel sociale nascerebbe la candidatura, così come ammesso sulla pagina facebook “Borgia Sindaco”: “mi sono ripromessa di sviluppare azioni e progetti per cercare soluzioni definitive alla ‘non occupazione’ che getta padri e madri nel vero, grave sconforto. Io ed il mio gruppo crediamo fortemente nel programma, che abbiamo elaborato in diversi anni, molti dei quali spesi nell’osservazione e nello studio della mia Città”.

Il programma

La candidata della lista Rivoluziona Scicli si presenta con un programma strutturato in 100 punti, che va appunto sotto l’emblematica dicitura 100 Azioni per Scicli, qui sintetizzato e riportato almeno nei primi 10 obiettivi:

  1. Sviluppo di “attività lavorative pubbliche e private”: si tratta di un obiettivo a breve termine per la candidata, la cui amministrazione darebbe fondo a tutte le risorse possibili (partnership con privati, fondi start up, pubblicazione di bandi…) al fine di raggiungere l’obiettivo minimo prefissato per i primi sei mesi: assicurare almeno 196 nuovi posti di lavoro;
  2. ripartenza dell’economia: “attraverso protocolli ed accordi con organismi commerciali esterni anche internazionali, interessati al comparto alimentare e produttivo, turistico e culturale”;
  3. riorganizzazione del settore socio-assistenziale (come già accennato, uno dei temi maggiormente a cuore per Maria Borgia, impegnata personalmente su questo fronte) ottenibile da un “restyling dei servizi”, i quali porrebbero maggiori attenzioni alle fasce più deboli della popolazione e per cui ci si concentrerebbe principalmente sulle risorse economiche disponibili in tale ambito;
  4. sussidio straordinario (di 100 euro) per gli anziani che percepiscono una pensione minima;
  5. un fondo assistenziale d’emergenza per disabili, a cui si potrebbero rivolgere le famiglie meno agiate e che verrebbe implementato, a detta di Maria Borgia, “con le indennità spettanti al Sindaco, agli assessori, ed ai consiglieri eletti nella nostra lista che firmeranno la rinuncia e verseranno nel fondo assistenziale”;
  6. assegnazione dell’edilizia pubblica, da riorganizzare secondo il progetto Rivoluziona Scicli: si procederebbe ad indire un nuovo bando per l’assegnazione delle case popolari, che terrebbe conto sia delle graduatorie precedenti che della percentuale destinata ai migranti (rivista ed abbassata al 20%);
  7. riorganizzazione dei servizi assistenziali per bambini disabili nelle scuole, che passerebbe attraverso varie iniziative quali “l’istituzione di una equipe socio-psico-pedagogica permanente, a disposizione delle strutture scolastiche pubbliche e private e che interagisca con tali organismi; trasporto e aiuto scolastico gratuiti; mensa scolastica”.
  8. albo degli enti attivi nel sociale, con cui si avvierebbero protocolli d’intesa permanenti;
  9. creazione di un ufficio di progettazione e monitoraggio dei bandi (regionali, nazionali ed europei) per facilitare
    il reperimento di fondi utili a rilanciare determinati settori della società cittadina (sport, cultura, turismo,…);
  10. uno “sportello agricoltura” affidato ad esperti del settore e finalizzato al miglioramento dell’economia nel
    rivoluziona-scicli-maria-borgia
    Logo della lista Rivoluziona Scicli

    settore, da rilanciare anche attraverso l’intercettazione di bandi europei e nazionali.

Lista e nomi per il consiglio

Ad accompagnare Maria Borgia nella sua avventura elettorale (che in un modo o nell’altro si concluderà in pochi giorni) come già detto è la Lista Rivoluziona Scicli, che al consiglio comunale candida i seguenti nomi: Benito Romano Vittorio De Grazia, Michele Roccaro, Rosella “Rossi” Fede, Luigi Cassio Telesforo Dipace, Cinzia Liuzzo, Nadia Rinzo, Adriano Lazzara, Rosaria Zocco, Manuel Pacetto, Davide Giavatto, Francesco Agosta, Gualtiero Tedeschi, Emiliano Migliorisi, Antonino “Antonhy” Ereddia, Giovanna Modica.

di Carmelo Dipasquale25 Nov 2016 10:11