Giornata Mondiale del Rifugiato 2016

Oggi, lunedì 20 giugno, si celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che da oltre dieci anni ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione, spesso sconosciuta ai più, di questa particolare categoria di migranti.

E proprio oggi alle ore 18 presso il Centro Polifunzionale di Via Colajanni a Ragusa, la Diocesi di Ragusa, tramite la Caritas diocesana intende invitare l’opinione pubblica e le istituzioni a una riflessione sui milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. E soprattutto non dimenticare mai che dietro ognuno di loro c’è una storia che merita di essere ascoltata. Storie di sofferenze, di umiliazioni ma anche storie di chi vuole ricominciare a ricostruire il proprio futuro.

“Rifugiati: l’incontro con il mondo ferito, tra compassione e timori” è il titolo proposto quest’anno per un momento di informazione e testimonianza.

Interverranno Claudio Bertolotti analista strategico indipendente che ci parlerà “Rotte, fondamentalismi islamici e possibili contaminazioni” e suor Deema Fayyad della comunità monastica di Deir Mar Musa in Siria che porterà una propria testimonianza della situazione che si vive in Siria.

L’evento sarà preceduto dalla proiezione di “We need a normal life” a cura di Michele Arezzo e degli ospiti dello SPRAR della Fondazione San Giovanni Battista.

di Carmelo Dipasquale20 Giu 2016 11:06