L’Amministrazione ragusana rifiuta una proposta a costo zero per migliorare i servizi turistici, Lab 2.0: “Perché?”

A settembre 2015, la ditta alla quale, a marzo dello stesso anno, è stato affidato l’incarico di realizzare la grafica per i contenuti della segnaletica turistica della città di Ragusa (€ 19.500 + IVA), ha proposto all’Amministrazione comunale una serie di servizi aggiuntivi a costo zero. L’idea sottoposta alla Giunta, in pratica, avrebbe consentito di dotare il Comune di un data-base costantemente aggiornato con foto, video, mappe e altro ancora: tutti contenuti multimediali utili alla migliore fruizione dei totem touch-screen presenti in città a servizio dei turisti. L’azienda proponente avrebbe trovato i fondi necessari per questo lavoro con i piccoli contributi di privati se quest’ultimi avessero deciso di avere uno spazio promozionale all’interno delle varie sezioni del materiale. Ebbene, l’Amministrazione comunale ha rifiutato questa proposta . “Non riusciamo a comprendere come mai si sia arrivati a questa decisione che, a parer nostro – dicono il portavoce del Lab 2.0 Sonia Migliore e il Consigliere comunale Manuela Nicita – avrebbe comportato un indiscutibile vantaggio per le casse del Comune e alla stessa fruizione turistica del nostro patrimonio culturale”.
“Inoltre – continuano – abbiamo l’impressione che rifiutando l’idea non si sia trovata un’alternativa. Intendiamo capire, infatti, in che modo l’Amministrazione comunale intenda soddisfare le esigenze dei turisti che vengono a visitare la nostra città considerando che gli strumenti multimediali di cui il Comune si è dotato, anche se all’avanguardia, avranno costante bisogno di essere aggiornati”.
“Per queste ragioni e anche per sapere qual è stato, in questo caso, il contributo decisionale del consulente al turismo di cui il relativo assessorato è dotato – concludono – abbiamo presentato un’interrogazione al riguardo”.

di Redazione02 Nov 2015 18:11