L’on. Assenza: “Maria Paternò Arezzo: scongiurare la chiusura del dipartimento di oncologia”

“Il nuovo piano aziendale della Sanità iblea, illustrato dal direttore generale dell’Asp, Maurizio Aricò, alla conferenza dei sindaci, non prevede oltre al dipartimento di cardiologia nemmeno quello di oncologia: occorre intervenire urgentemente affinché si scongiuri questa paventata chiusura e si faccia in modo che l’oncologia ragusana continui a essere un riferimento che va oltre i confini provinciali e regionali”. Lo scrive l’on. Giorgio Assenza in un’Interrogazione presentata stamani all’Assessore alla Salute nel merito di un supposto disegno di cosiddetta riqualificazione che nei fatti è caratterizzato “da uno smantellamento continuo e sistematico di posti letto e unità organizzative che fa compiere un netto passo indietro alla sanità iblea rispetto ad altre realtà siciliane”.

“Oltretutto – continua Assenza – l’offerta sanitaria di oncologia perderebbe le conquiste ottenute negli anni, grazie alla solidarietà e all’impegno dei Ragusani che hanno acquistato e donato apparecchiature moderne e all’avanguardia a una struttura che si occupa di ogni passaggio fondamentale per la diagnosi, lo screening, la terapia, la cura, la prevenzione e la riabilitazione per i malati oncologici”.

“Bisogna dire no – conclude il parlamentare ibleo – a un’idea sbagliata di riassetto della sanità fatto di tagli, chiusure e smantellamenti. Occorre invece potenziare i servizi e far si che la qualità sia quella di una sanità all’avanguardia”.

di Redazione24 Set 2015 13:09