La Regione Siciliana approva il Piano di Intervento Rifiuti di Ragusa, che da oggi sarà un modello per tutti

Riceviamo e pubblichiamo la nota di RagusAttiva 5 Stelle, che elogia l’operato dell’ex assessore Conti.

“Il Piano di Intervento Rifiuti del Comune di Ragusa è stato finalmente approvato dalla Regione Siciliana.

Tutto ciò permetterà all’Amministrazione comunale di indire subito il bando di gara.

Il Piano di Intervento Rifiuti del Comune di Ragusa è stato giudicato come il miglior piano della Regione, tanto che non è stata toccata nemmeno una virgola e nessuna modifica è stata apportata.

Inoltre il Dipartimento Rifiuti Regionale lo sta trasmettendo, insieme a quello di Chiaramonte Gulfi, fra i comuni siciliani come esempio virtuoso da copiare.

L’intuizione dell’ex assessore Conti, di bandire una gara ad evidenza pubblica con il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa, si è quindi dimostrata vincente.
E’ stata scelta la migliore ditta sul mercato che ha già fatto risparmiare il Comune già in questa fase.
Infatti, la società Esper, redattrice del piano, in base alla bontà del progetto, è riuscita ad ottenere da Comieco, il consorzio del CONAI per la carta e cartone, un contributo a fondo perduto per l’acquisto delle attrezzature per la raccolta della carta di oltre 200.000€; quasi tre volte il costo della progettazione.

Non solo è già stato ripagato il progetto ma già si notano, anche se piccoli, i primi risparmi per i cittadini.
Questi sono i primi tra i risparmi che arriveranno per i cittadini nel prossimo futuro grazie al nuovo bando sui rifiuti.

Che cosa dire quando alcuni assessori e consiglieri di maggioranza e minoranza del Consiglio comunale gridarono allo spreco.
Come dicevano i nostri nonni: chi più spende meno spende.

Dovrebbero mangiarsi le mani per non avere più l’assessore Conti;
un attivista M5S che ha interpretato alla lettera i principi del Movimento;
aveva messo in riga la ditta Busso;
aveva avviato, con la gara di progettazione, veramente una rivoluzione nel campo dei rifiuti.
Purtroppo a qualcuno dava fastidio.

Speriamo che l’Amministrazione comunale non ponga ostacoli alla pubblicazione rapida della gara e che l’assessore all’ambiente faccia di tutto per avere nell’estate 2016 una città molto, ma molto più pulita di oggi.
Città che sarà citata come esempio virtuoso da seguire, non solo per la Sicilia, ma per tutto l’intero Paese”.

di Redazione06 Ago 2015 20:08