Lab 2.0, nuove adesione e posizione su passaggio a livello di via Paestum

Il portavoce e il presidente del Lab 2.0, in una nota, rendono noto che:

Continua a crescere il Laboratorio Politico 2.0 che mercoledì scorso si è riunito in assemblea per dare il benvenuto ai nuovi aderenti al progetto e discutere la linea da seguire su alcuni temi assai rilevanti per la città come, ad esempio, la questione relativa alla definitiva chiusura del passaggio a livello di via Paestum.
Nel corso della partecipatissima riunione, infatti, con entusiasmo sono state accolte le adesioni di: Pippo Cappello, Gianni Distefano, Armando Cappello, Peppe Firullo, Gianni Cappuzzello, Peppe Arestia e Filippo Savarino.
Dopo aver istituito il Gruppo Giovani appena due settimane fa e proseguendo incessantemente nella propria azione politica, il Lab con queste ultime adesioni dimostra di essere un’esperienza verso la quale sempre più persone si avvicinano interessate allo spirito aperto e inclusivo che alimenta le attività di confronto, dibattito e proposta rivolte ai cittadini ragusani.
“Pur distinti dalle nostre storie personali – ha commentato il portavoce Sonia Migliore – siamo accomunati nel progetto del Lab 2.0 dalla volontà di avviare un processo che sia non solo di rigenerazione della politica, ma anche di ricostruzione dei percorsi propositivi e positivi per la nostra città. Vogliamo offrire ai nostri concittadini un luogo capace di seguire le esigenze della comunità e, in questa ottica, riteniamo che il contributo di energie e idee che questi nuovi ingressi saranno in grado di donare al progetto potrà essere di peso”.
“Considerando la quantità e la valenza degli ingressi che si sono registrati ultimamente nel Lab 2.0 – ha commentato invece il presidente Claudio Castilletti – abbiamo preso la decisione che da qui a breve avvieremo una fase di riordino dei quadri direttivi e dei comitati interni al movimento. Sarà un’occasione per fare il punto sui vari temi che stiamo affrontando con la partecipazione di tutti e permettere a chi ha aderito più recentemente di trovare il posto più adatto rispetto alle proprie attitudini e ambiti di interesse”.
Invece, in merito nuovo ultimatum di Rfi al Comune di Ragusa, l’assemblea ha deciso di voler incidere confermando l’adesione alla battaglia perché il passaggio a livello di via Paestum rimanga aperto, pur biasimando duramente l’immobilismo dell’Amministrazione Piccitto che, in ben due anni, nulla ha voluto fare rispetto anche alle proposte che gli esponenti del Lab avevano già avanzato, consapevoli che, prima o poi, Rfi sarebbe tornata a far sentire la propria voce per concludere la vicenda in modo drastico.

di Redazione06 Lug 2015 11:07