Sabato sera il simulacro di San Giorgio sara’ in piazza proprio dinanzi all’ospedale civile di Ragusa

“Celebrare la festa del Patrono S. Giorgio, nell’anno pastorale della Diocesi sul tema “Educhiamoci alla speranza” diventa un momento importante che segna la nostra vita, ci chiede di riflettere sul modo di vivere il nostro essere cristiano e sul modo di proclamarlo”. E’ la riflessione che arriva dal direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute, don Giorgio Occhipinti, in occasione dell’accoglienza del simulacro del santo che sarà fatta in piazza Caduti di Nassirya, dinanzi all’ospedale Civile di Ragusa, sabato 30 maggio alle 19,15. Don Occhipinti chiarisce il valore di questo momento. “Cristiano – afferma – è colui che come S. Giorgio, con la vita è testimone di Cristo. La nostra devozione a S. Giorgio ci deve portare ad essere suoi imitatori, come lui lo era di Gesù Cristo. In un mondo in cui essere cristiani è diventato difficile, dove si assiste a una variegata campagna finalizzata a distruggere la purezza della fede con le armi più varie e comuni (Internet, bullismo, gioco d’azzardo patologico, alcolismo, violenza fisica e psicologica e altri disagi…), come S. Giorgio, il cristiano è chiamato a combattere indossando le armi della luce (cfr Rm 13, 12). La verità sarà la cintura dei suoi fianchi; la giustizia, la sua corazza; lo zelo per annunciare il vangelo, la sua calzatura ai piedi; la fede, il suo scudo; la salvezza, il suo elmo e la Parola di Dio, la sua spada spirituale. Nonostante le varie forme di malattie e di fragilità che portano a sperimentare il dolore e la sofferenza, ogni vero cristiano è un vittorioso martire di Cristo. Difatti, la sua vita di fede sostenuta dalla speranza, non si ferma e non indietreggia mai, perché sa che il bene e i valori cristiani si affermeranno al di là del male che sembra dominare il mondo e con queste virtù lavorerà per gettare le fondamenta di un mondo più giusto e fraterno. E poiché l’aiuto dall’alto certamente non mancherà, dopo la celebrazione della Giornata diocesana del Sollievo, tenutasi al Duomo, con fiducia innalzeremo i nostri occhi al glorioso Patrono S. Giorgio, che accoglieremo in Piazza Caduti di Nassirya, sabato 30 maggio alle 19,15, perché benedica e ottenga a tutti i sofferenti e i malati degenti in ospedale e nelle nostra città, prosperità e salute”. Alla cerimonia di accoglienza del simulacro del Santo, oltre all’Ufficio per la Pastorale della Salute, saranno presenti l’Arma dei Carabinieri di Ragusa, l’Associazione nazionale carabinieri, i volontari dell’Avo e dell’Unitalsi, il personale ospedaliero e la rete di associazioni “I petali del cuore”. Tutti i fedeli sono invitati a partecipare a questo importante e significativo momento di solidarietà.

di Redazione28 Mag 2015 16:05