Basket f: Passalacqua “ubi Gaia..”

Lievemente modifica nell’ordine, con Gaia (la squadra) messa al primo posto per cavalleria e per buon augurio, la vecchia formula matrimoniale latina (“Ubi Gaius ego Gaia”) sembra davvero perfetta per evidenziare il rapporto esistente tra la Passalacqua e la città alla viglia della seconda volta. La Gaia in maglia biancoverde e la “ancient, quiet city” città carica di anni, sono e saranno insieme oggi e in futuro, a prescindere dalla distanza che le separa e dall’esito della sfida. Stasera, ad esempio, la distanza toccherà i 1300 chilometri, ma sarà come non ci fossero, come se una gomma magica li avesse cancellati. Bella forza, si potrebbe pensare, è facile quando disponi di una gomma come la diretta televisiva. Invece non è soltanto questo: è un effetto della simbiosi che si è creata poco alla volta, ormai indissolubile e non legata ai risultati. Naturalmente – negarlo sarebbe stupido quanto bugiardo – vincere, portare lo scudetto nel profondissimo Sud, vorrebbe dire rafforzare il rapporto attraverso un altro legame fatto di gioia e di enorme soddisfazione (non di riscatto, come ogni tanto occhieggia nei media nordici, perché Ragusa non ha nulla da cui riscattarsi): però tutti sappiamo che l’amore rimarrà comunque, grandissimo e incondizionato. Loro saranno a Schio, la città e la sua gente saranno a casa davanti ai televisori oppure al PalaMinardi o al Savini davanti ai maxischermi, ma dalle 20,30 saranno una cosa sola, accomunata dalla speranza di realizzare un sogno e dalla serena consapevolezza che l’impresa da compiere è difficile (tanto) ma non è impossibile. Fermiamoci qui, anche per un pizzico di scaramanzia, che non aiuta ma sicuramente non guasta. Si parte alla pari, a decidere saranno il fiato, la lucidità, le gambe, la fortuna, la capacità di resistere, la determinazione. E, ovviamente, il cuore. E’ vero che la dotazione è uno a testa, per le ragazze di Schio come per le ragazze di Ragusa, però le nostre ne hanno anche alcune migliaia nei borsoni (ubi Gaia..), tutti immediatamente disponibili e tutti targati Rg. Mica male come scorta, vero?

di Lina Giarratana04 Mag 2015 11:05