Un terapista picchia un bambino autistico e viene sospeso per 10 giorni

La notizia è di quelle che non vorremmo dare mai. Un undicenne autistico è stato maltrattato duramente da un terapista, mentre il bimbo si trovava ospite in una struttura convenzionata per disabili mentali a Pozzallo. La denuncia è stata fatta della madre del bimbo e confermata da un testimone. Pare, inoltre, che i genitori del bambino da tempo avevano segnalato alla direttrice l’atteggiamento dell’operatore nei confronti del figlio, ma erano stati sempre tranquillizzati. L’ultimo episodio, accaduto alcuni giorni fa, li ha convinti però a presentare regolare denuncia al Commissariato di Polizia.
L’Ente di Pozzallo, per cui lavora il terapista, ha redarguito e sospeso l’operatore dal servizio per dieci giorni, che sconterà dal prossimo 5 marzo.

“Un nostro terapista, uscendo da tutti i protocolli previsti dal nostro Ente – si legge in una nota dell’Ente – ha reagito con uno scappellotto ad un atto inconsulto del ragazzino. Pur comprendendo psicologicamente la reazione del terapista, la Direzione sanitaria ha provveduto a redarguire il terapista, avviando procedimento disciplinare. In via immediata – prosegue il comunicato – il soggetto è stato messo in condizioni di usufruire di un congedo parentale sino al 4 marzo 2015 e successivamente il provvedimento assunto dalla Presidenza del nostro Ente è stato quello di sospendere dal lavoro e dallo stipendio il terapista per 10 giorni lavorativi, che sconterà dal 5 marzo 2015 in poi”.

di Redazione14 Gen 2015 17:01