Rugby: sconfitte per Padua e Rac, prima vittoria femminile

Per il Padua, lo zero nei punti in classifica è rimasto anche dopo la sfida catanese con l’Amatori, ma nonostante la formazione super rabberciata (diciassette assenti, due esordienti assoluti e uno “quasi”) il quindici guidato dalla coppia Gurrieri-Farinelli ha confermato i progressi delle ultime giornate. L’8-32 finale (piazzato di Peppe Iacono e meta di Cristian Iacono) non rende giustizia alla prova coraggiosa dei biancazzurri contro una delle grandi della B, ma evidenzia la buona proba e il contenimento della sconfitta in termini accettabili (a maggior ragione viste le condizioni di partenza). Da martedì è a Ragusa il nuovo coach German Greco, in tempo per i primi contatti con la squadra in vista della gara interna di domenica (ore 14,30, arbitro Censabella) con l’Amatori Messina, alla ricerca dei punti mancanti per il pass matematico alla poule promozione. ovgrecoPronostico per gli ospiti, ma il Padua saprà comunque dire la sua, aprendo il ciclo delle ultime tre gare con la dichiarata intenzione di curare soprattutto la giusta preparazione alla fase successiva, quando sarà in palio la permanenza in B. In C1 pesante scoppola sul campo della Nissa per l’AudaxClan, un 11-53 che lascia poco spazio alle discussioni. Il cammino verso la poule promozione si è fatto molto più difficile, ma rimane ancora qualche speranza. A confortare la società i risultati delle altre formazioni. Nel doppio confronto esterno con la Fiamma Cibali, l’under 16 ha vinto 29-17 confermandosi sempre più capolista, l’under 18, seppure molto rimaneggiata, ha fatto lo stesso con un combattuto 19-12. Infine la squadra femminile, passata a Catania sull’Amatori 7-5 (meta di Floriana Iabichino trasformata da ludovica Gurrieri) conquistando il primo successo di una squadra femminile ragusana.

di Gianni Papa04 Dic 2014 16:12