Continua lo scontro tra La Rosa e i vertici dell’Emaia. Il direttore Sbezzo non dice la verità

Certo che di tutte le risposte che il direttore dell’Emaia, Paolo Sbezzo, avrebbe potuto fornire alla rimostranza avanzata dal sottoscritto, è stata scelta la più infelice”. E’ quanto dichiara il presidente della commissione Bilancio del Comune di Vittoria, Andrea La Rosa, dopo aver preso atto che Sbezzo ha dichiarato di non avere ricevuto alcun formale invito a partecipare alla seduta del 30 ottobre scorso in cui si sarebbe dovuto discutere circa la situazione finanziaria dell’azienda municipalizzata. “Sbezzo non solo è stato scortese dal punto di vista istituzionale – aggiunge La Rosa – ma ora mi prende pure per improvvido, aggiungendo scortesia a scortesia. Infatti, come testimonia il documento allegato alla presente, la convocazione a partecipare alla riunione del 30 ottobre è partita lunedì 27 dopo che la stessa era stata affidata agli uffici del Comune i quali si sono prodigati, tramite pec, che è un sistema di posta elettronica certificata, a fare arrivare a tutti i destinatari gli inviti in questione, quindi anche a lui e al presidente dell’Emaia. A questo punto cosa dovrei fare? Adoperarmi per attivare una indagine interna per comprendere come mai il suddetto invito non è mai arrivato al direttore e al presidente dell’Emaia? Forse Sbezzo vorrebbe che arrivassimo a questo punto screditando il lavoro del personale? Siccome ritengo che, invece, il personale abbia svolto, come sempre, in maniera puntuale, la propria azione istituzionale, come testimoniato dagli altri inviti che sono puntualmente arrivati tutti a destinazione, e con la pec non potrebbe essere altrimenti, perché in caso contrario sarebbe stato lo stesso sistema a rilevarlo (ma questo forse Sbezzo non lo sa), pregherei il direttore dell’Emaia di accampare una scusa diversa la prossima volta, anche soltanto dire: “Ce lo siamo dimenticati” oppure “Non siamo potuti venire, avevamo un altro impegno”, piuttosto che offendere l’intelligenza del sottoscritto e dei comunali che operano per conto della commissione Bilancio. In ogni caso, ho già scritto al segretario generale e al presidente del Consiglio comunale, così come avevo annunciato, perché si prenda atto della mancanza di attenzione istituzionale che i vertici di un’azienda municipalizzata dovrebbero riservare nei confronti di un organismo istituito in seno al civico consesso”.

Per vedere la convocazione alla Commissione Bilancio Convocazione commissione Bilancio (1)

di Redazione01 Nov 2014 12:11