Tutte le amministrazioni sono le stesse!

grillofollaTutto il mondo è paese e tutte le amministrazioni sono le stesse. Non basta avere il marchio del M5S per potersi differenziare. Lo diciamo leggendo la smentita del sindaco Piccitto alle accuse di Territorio, Megafono ed altri. Lo stile del 5 stelle  avrebbe imposto un altro atteggiamento nei confronti di critiche giudicate infondate piuttosto che affidarsi ad un comunicato stampa alla stregua degli anni passati.  Sarebbe stato meglio, una volta che si ha la coscienza a posto non rispondere.  Invece non è andata cosi. La squadra del sindaco si è affrettata a ribattere, in verità con argomentazioni poco valide alle accuse che sembrano circostanziate.  Non sappiamo se è vero ma se così fosse come si possono giustificare le date coincidenti della richiesta e della delibera. E’ bene ricordare che queste cose nel passato sono sempre avvenute. E allora! Non cambia nulla . Probabilmente  se ne accorgeranno anche i cittadini comuni nei prossimi mesi. Chi amministra fa molliche. Lo dicevano gli antichi. Intanto per la questione di prima ecco la risposta, piccata, della amministrazione Piccitto! In riferimento alla nota trasmessa alla stampa dai gruppi consiliari Ragusa Domani, Territorio e Megafono, concernente gli spettacoli estivi promossi dall’Amministrazione Comunale, il Sindaco Federico Piccitto replica come segue:  “I gruppi Consiliari Ragusa Domani, Territorio e Megafono – dichiara il primo cittadino – parlano di “magagne” amministrative della mia Giunta, rea secondo loro di avere affidato ad una sola società gli spettacoli dell’Estate Iblea. Sulla qualità degli appuntamenti i consiglieri addirittura non esprimono un giudizio perché probabilmente non li hanno neanche visti.  Per quanto concerne invece l’accusa di avere affidato ad una sola società l’organizzazione degli spettacoli estivi non possiamo che smentirla in quanto, per esempio, la rassegna teatrale dei Gesuiti, gli eventi teatrali della Rotonda “Maria Occhipinti” di Via Roma, lo spettacolo di Ferragosto, sono stati affidati ad una società che nel recente passato ha molto lavorato con il Comune. Allora non c’era alcun problema e tutto era considerato normale. Questa Amministrazione ha il merito di avere rotto il monopolio con cui  è stata gestita  l’organizzazione degli eventi culturali. In poche settimane abbiamo lavorato e creato, con i pochi soldi rimasti, un programma di tutto rispetto organizzando anche al Castello di Donnafugata manifestazioni alcune delle quali diverse da quelle degli anni passati e con il coinvolgimento anche di soggetti che forse per i consiglieri hanno causato la rottura di alcuni “Schemi” consolidati.  Abbiamo  chiesto a diversi artisti coinvolti di esibirsi gratuitamente e limitando quindi le spese a carico del Comune solo al service, al palco ed alla logistica necessari per gli spettacoli.   Non possiamo accettare accuse da chi magari ritiene,  che avremmo dovuto gestire la stagione estiva alla vecchia maniera e nel modo con cui lo si è fatto nel passato”.

di Direttore22 Ago 2013 00:08

Privacy Preference Center