Nuoto di fondo: buona prova dei ragusani alla Traversata dello Stretto

seirgstrettoPrestazione più che dignitosa per i sei nuotatori ragusani impegnati nella 49. Traversata dello Stretto, quest’anno prevista sul percorso lievemente modificato da punta Faro, capo Peloro, sulla sponda messinese a punta Pezzo di Villa San Giovanni sul litorale calabro. Guidati dalle barche appoggio con a bordo esperti pescatori della zona, indispensabili per la sicurezza dei concorrenti in un tratto di mare caratterizzato anche da forti correnti, i 101 in acqua hanno dato vita alla consueta gara di nuoto di fondo combattuta, affascinante e di grande livello tecnico, dimostrato dall’eccezionale tempo (48′ 49”) del vincitore Mario Sanzullo, campione d’Italia e componente della squadra azzurra ai recenti Campionati Mondiali di Barcellona. La pattuglia ragusana, composta da quattro nuotatori dell’Erea e due della Onda Blu, ha onorato la sua partecipazione con buoni piazzamenti individuali ed una complessiva ottima “difesa”, confermandosi di notevole caratura anche in una tra le più prestigiosi e difficili prove mondiali del nuoto di fondo, nonostante situazioni ambientali (correnti, temperatura acqua ecc.) molto diverse rispetto a quelle abituali.  Miglior classificato Giampiero Brugaletta brillante 51. nel tempo di 1h 3′, seguito da Rosario Gianna (63.), Daniele Cassarà (66.), Raffaele Arezzi (73.) tutti dell’Erea, Lorenzo La Cagnina (95.) e Giancarlo La Cagnina (96.) dell’Onda Blu,  allenati dal prof. Checco Bennardello. Nella foto, da sinistra: Lorenzo La Cagnina, Giampiero Brugaletta, Raffaele Arezzi, Daniele Cassarà, Rosario Gianna, Giancarlo La Cagnina.


 

 

di Gianni Papa06 Ago 2013 09:08