Boxe: Alex Paternò domina ma è solo pareggio in Calabria

accschininaAncora un verdetto destinato ad essere ricordato in negativo per i ragazzi dell’Accademia Puglistica Ragusana, guidati dal maestro Emanuele Schininà (al centro nella foto) ,  nella trasferta in Calabria. Nell’incontro clou della serata, che vedeva il prima serie di casa Francesco Giardinelli (elemento di sicuro valore e grande esperienza, forte di ben 50 incontri disputati) opposto al sempre più bravo e sempre più prossimo al meritato salto tra i professonisti Alex Paternò, il ragazzo di San Giacomo si era rivelato superiore al forte rivale. Ma la sua grande prestazione, che avrebbe sicuramente meritato la vittoria, non è bastata per un verdetto favorevole: Alex si è dovuto accontentare di un pareggio, che rimane comunque a testimoniare delle sue qualità e della sua convincente capacità di battersi anche contro avversari di grosso calibro, per giunta “a casa loro”. Finita invece, seppure ai punti, l’imbattibilità del ragusano Stefano La Rosa, sconfitto dall’esperto Fico. Sul “fronte” pugilato femminiel, Debora Vacirca continua ad allenarsi con la Nazionale azzurra alla Cecchignola  (Roma) per completare la preparazione al primo “Trofeo  del Mediterraneo”, in programma ad inizio settembre a Catania. I prossimi impegni per gli allievi di Emanuele Schininà prevedono una rinione a Licata, domenica 11 agosto dalle 19,30 al Centro Commerciale, e la sfida interregionale del 14 settembre ad Acata tra i pugili di Sicilia e Campania,  resa possibile dal supporto della locale amministrazione comunale. Intanto, a Ragusa,  Emanuele ha incassato l’atteso placet da parte dell’assessore allo sport Massimo Agosta relativo all’utilizzo della palestra sotto la tribuna del PalaMinardi.

di Gianni Papa07 Ago 2013 18:08