Sequestrati beni per 500mila euro ad un ambulante

20130723-111118.jpg I Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa hanno sequestrato beni per 500 mila euro a Salvatore Pilato, 43 anni, un ambulante di Comiso. Ad insospettire i militari sono state le ingenti movimentazioni economiche, soprattutto in contanti, sul conto corrente dell’uomo e i “disinvolti” investimenti nel mercato immobiliare effettuati dal 2008 al 2011, nonostante un reddito dichiarato pari a zero. Il sequestro ha interessato appartamenti, terreni e conti correnti intestati fittiziamente alla convivente dell’ambulante. Carabinieri e magistratura ritengono che le disponibilità economico immobiliari dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine per alcuni reati, siano il frutto dell’attività di narcotraffico di cocaina ed eroina, tra la provincia di Ragusa e quella di Catania. Tra i beni sequestrati alcuni terreni agricoli e un villino ben curato.
Gli inquirenti ritengono che la sua attività sia legata in qualche modo alla Stidda, dato che l’uomo era stato coinvolto in una operazione del 1998 chiamata “Tramonto” che portò al l’arresto anche di alcuni esponenti di quella organizzazione criminale.

di Redazione23 Lug 2013 10:07