Rissa con coltello

polizia e contradeAlle ore 21.30 circa di ieri una segnalazione telefonica pervenuta alle centrali operative della Polizia e dei Carabinieri segnalava la presenza di un gruppo di persone che colluttavano violentemente in c.da Alcerito.  La vaghezza del luogo segnalato impegnava gli equipaggi in servizio di prevenzione e controllo del territorio per diverso tempo sin quando, grazie alla sinergia operativa, riuscivano ad individuare il luogo dell’evento rinvenendo sul ciglio di una strada poderale due persone ferite e sanguinanti. I due venivano identificati per soggetti di nazionalità romena, rispettivamente di  44 e 27 anni, entrambi pregiudicati. Le loro condizioni di salute apparivano molto serie, atteso che semicoscienti, perdevano copiosamente sangue l’uno dall’addome, l’altro da un braccio, a causa di evidenti ferite di arma da taglio. Soccorsi dagli stessi agenti operanti, solo dopo alcuni minuti, per la difficoltà di individuazione e di raggiungimento del luogo, venivano altresì soccorsi da ambulanze del 118 provenienti da Acate e Scoglitti che trasportavano entrambi presso il pronto soccorso dell’ospedale di Vittoria.

Presso quel nosocomio solo a tarda serata i sanitari, dopo avere accertato che la profonda ferita del 44enne non aveva comportato anche la perforazione del polmone, emettevano diagnosi e prognosi di 30 giorni s.c. per ciascuno dei pazienti.

Al più anziano era diagnosticata una “ferita da arma da taglio regione sottocostale e frattura 10 arco costale anteriore sinistro”; al più giovane “ferita lacero contusa braccio destro”.

I due feriti riferivano di avere avuto, per futili motivi, una violenta colluttazione con altri cinque connazionali.

Le indagini immediatamente avviate portavano prima all’individuazione dell’autovettura utilizzata dagli aggressori, poi al suo conducente ed infine, dopo lunga ricerca nelle campagne tra i comuni di Vittoria ed Acate, anche all’individuazione dell’accoltellatore.

Veniva così identificato e tratto in arresto per avere partecipato ad una rissa, per lesioni personali gravi e per porto abusivo di arma da taglio

ABUZILOAIE Dumitru, romeno di 32 anni, bracciante agricolo saltuario, senza fissa dimora, che presentava altresì una ferita alla gamba destra che si era procurato durante la colluttazione (un giorno di prognosi).

Trovato privo degli indumenti perché verosimilmente sporchi di sangue, tentava prima una fuga ma era raggiunto e bloccato. Nel corso della perquisizione veniva rinvenuto un marsupio sporco di sangue ed un coltello a serramanico lungo complessivamente 25 cm con lama di 12.

Il predetto dopo le formalità di rito veniva accompagnato presso la Casa Circondariale di Ragusa a disposizione dell’A.G.

Per avere partecipato alla rissa anche i due feriti venivano segnalati all’A.G.

 

di Redazione01 Lug 2013 09:07