Calcio: Ragusa nessuna nuova, ma formalizzata l’iscrizione alla serie D

BonarrigoNaturalmente, il “famoso” bicchiere può apparire mezzo pieno o mezzo vuoto: dipende tutto dai punti di vista. Forse il miglior metro di giudizio è attenersi ai fatti, ed al riguardo va ricordato che la nuova dirigenza ha superato la prima tappa del cammino stagionale, perfezionando l’iscrizione del Ragusa al prossimo al campionato di serie D. Doppiato questo fondamentale, difficile capo, adesso la rotta prevede la seconda tappa: il via alla preparazione, fissato per il 25 luglio in sede. Nella tifoseria, comunque in questi giorni più numerosa, c’è entusiasmo per i grossi nomi degli acquisti (europei, argentini e brasiliani) annunciati con tanto di comunicato stampa ufficiale e la non del tutto immotivata “preoccupazione” per non vedere in città il presidente, oppure almeno qualche dirigente, proprio nel momento in cui la loro presenza avrebbe maggiore significato. A questo aggiungiamo le voci sui giocatori della vecchia squadra, che riferiscono di una semplice telefonata (già parecchi giorni fa) a Bonarrigo e Ferla seguita (si dice) da un arrivederci (sempre telefonico) a lunedì, quando sono (sarebbero) attesi di ritorno a Ragusa alcuni dirigenti. Ancora meno tranquillizzante il  settore under: una “calma piatta” , senza neppure le canoniche telefonate, che non autorizza particolari motivi di fiducia. Dagli entusiasmi dei primi giorni la tifoseria, prima “lanciata” verso grandi traguardi, sembra essere passata ad un atteggiamento più riflessivo: non diffidente o pessimista ma più realista, tipico di chi continua ad essere molto fiducioso ma preferisce attendere le verifiche figlie dei fatti. Dovrà attendere come minimo fino a lunedì, poi si vedrà. Ma al momento non sembra vi siano motivi per non essere fiduciosi.

di Gianni Papa13 Lug 2013 16:07