L’omicida di Vittoria era segretamente innamorato della vittima

LO PRESTIEra segretamente innamorato della professoressa Giovanna Nobile l’uomo che questa mattina intorno alle ore 10:55 odierne è stato arrestato dal  personale della Squadra Mobile della Questura di Ragusa e del Commissariato P.S. di Vittoria intervenuti  presso l’Istituto Comprensivo “Pappalardo” di via G. Di Vittorio, dove era stata segnalata un sparatoria. Gli agenti della volante 113 del locale Commissariato, giunti sul luogo dell’accaduto, constatavano che in effetti, poco prima, il collaboratore scolastico Salvatore LO PRESTI , cl 44, utilizzando una pistola cal. 7.65 bifilare, che deteneva legalmente presso la propria abitazione, esplodeva 5 colpi d’arma da fuoco, due dei quali raggiungevano l’insegnate di religione Giovanna NOBILE , cl 60, al fegato e alla regione toracica, ferendola gravemente. L’attentatore, presente ancora sul luogo dell’accaduto, dopo aver cercato riparo in un locale distante dalla segreteria ove era successa la tragedia, veniva prontamente immobilizzato e disarmato dal personale operante. La donna veniva immediatamente trasportata presso il pronto soccorso del locale ospedale dove i sanitari, a causa delle gravi condizioni riportate dalle ferite riscontrate, la ricoveravano in rianimazione ma alle successive 12:30 circa decedeva. Il LO PRESTI, accompagnato anch’esso presso il Nosocomio di Vittoria a causa di un malore causatogli per l’insano gesto, veniva curato e subito dopo dimesso. Lo stesso, condotto subito dopo presso gli Uffici della Squadra Mobile, si determinava, in presenza del suo legale, a raccontare l’accaduto, precisando di essersi da tempo invaghito della malcapitata NOBILE la quale non aveva mai ricambiato l’interesse. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Ragusa a disposizione del Sost. Proc. della Repubblica Dott.ssaFederica MESSINA, P.M. di turno, con il coordinamento del Procuratore Capo Dr. Carmelo PETRALIA.-

di Direttore15 Giu 2013 19:06