31° Mediexpo

MEDEXPO 29_06_13La 31ª MedExpo è stata inaugurata sabato pomeriggio. Presenti alla Campionaria estiva: Giovanni Denaro, presidente della Fiera Emaia; Giuseppe Nicosia, sindaco di Vittoria; Salvatore Di Falco, presidente del Consiglio comunale di Vittoria; Filippo Spataro, neo sindaco di Comiso; Francesco La Rosa, sindaco di Niscemi; Stefano Martorana, neo assessore al Bilancio e allo Sviluppo economico di Ragusa; Giuseppe Digiacomo, deputato regionale Pd;Giorgio Assenza, deputato regionale Pdl; Vanessa Ferreri, deputato regionale M5S; Giovanni Scarso, commissario straordinario della Provincia regionale di Ragusa.

Il nastro inaugurale è  stato tagliato dal primo cittadino vittoriese.

Secondo Giovanni Denaro, “la missione della Fiera Emaia è quella di coinvolgere le imprese nell’organizzazione delle rassegne fieristiche. Ma per raggiungere questo obiettivo è necessario comprendere le esigenze delle aziende e organizzare gli eventi in ragione delle loro richieste. E’ un nuovo modo di aiutare gli operatori commerciali. Un concetto di fiera dinamica, che offre un supporto logistico a chi vuole lanciare prodotti innovativi, sfruttando una comunicazione integrata ed eventi ad hoc”.

Il presidente sottolinea che “la MedExpo è accoppiata alla tradizionale fiera di San Giovanni e coincide con l’inizio della stagione estiva. Ma il contesto economico nel quale si tiene, purtroppo, conferma la grave crisi che stiamo vivendo. Eppure, la formula della campionaria estiva, ancora una volta e nonostante tutto, è una scommessa vinta. Rispetto all’edizione dello scorso anno, la MedExpo 2013 presenta un notevole incremento di espositori”.

A questo proposito, Denaro “ringrazia, innanzitutto, le imprese. Che hanno mostrato coraggio e fiducia nell’ente fieristico. Una fiducia che rappresenta il risultato di un dialogo continuo con le aziende, che porterà a sfide nuove ad eventi nuovi come quello della MotorExpo, la prima fiera siciliana legata al mondo dei motori, che ha fatto registrare 8.000 presenze”. Il presidente ringrazia anche “le organizzazioni di categoria per il dialogo ritrovato e il prezioso contributo che hanno dato a questa fiera”.

La Fiera Emaia, come ama dire Denaro da quando si è insediato, “non solo resiste, ma rilancia. Numerosi enti fieristici sono passati dall’annualità alla biennalità. Alcuni sono addirittura scomparsi. Questa è l’unica fiera ancora viva, reale, concreta, dell’intera isola. In Sicilia non esiste altro polo fieristico in piena attività. Se escludiamo, naturalmente, le iniziative estemporanee, peraltro, di respiro cortissimo, che pure, questo va detto senza infingimenti, danneggiano chi, come la Fiera Emaia, accoglie le imprese e scommette sul loro futuro”.

Il presidente, ricorda, “ancora una volta, che l’Emaia non vive di finanziamenti regionali ma di un contributo del Comune di Vittoria. E questo aspetto va sottolineato fortemente. Per un verso, mi amareggia. D’altro canto, mi spinge a condurre una battaglia decisa e senza sconti. La Fiera Emaia non rappresenta soltanto una risorsa del territorio ibleo e della città. Quanto, piuttosto, un’eccellenza siciliana che va difesa e sostenuta, non solo dal sindaco di Vittoria e dallo stesso presidente dell’ente fieristico, ma dal presidente della Regione Siciliana in persona”.

Denaro si augura che “che la rivoluzione siciliana di cui il governatore Crocetta si è fatto promotore, a parole, possa tradursi in atti concreti non più rinviabili”. E si rivolge anche agli amministratori e ai deputati presenti: “Aiutare la Fiera Emaia significa aiutare le imprese del territorio”.

Salvatore Di Falco evidenzia la “difficoltà della sfida che il presidente Denaro si trova ad affrontare. Essere l’unica fiera in Sicilia è una responsabilità gravosa. Ma, come ha dimostrato con i recenti successi fieristici, sono certo che riuscirà a vincerla”.

Giuseppe Nicosia è convinto che, “dopo il felice esito delle ultime edizioni dell’Emaia, compreso il recente salone dedicato alla motoristica, continua la serie di manifestazioni 2013 con questa edizione, la 31a, di MedExpo, dalla quale è lecito aspettarsi la riconferma di quel trend positivo che ha caratterizzato l’attività fieristica dell’ente”.

Secondo il sindaco, “la crisi economica che sta sconvolgendo la nostra economia, e che si ripercuote negativamente a tutti i livelli, avrebbe dovuto condizionare in negativo tale attività; per fortuna, così non è stato. Anzi. Ciò significa che i nostri operatori economici intendono reagire ed hanno la volontà di superare la situazione congiunturale, a testimonianza della vivacità che caratterizza, da sempre, gli imprenditori vittoriesi. Ma significa anche che il Consiglio d’amministrazione dell’Emaia sta operando con intelligenza e capacità e sta tracciando questo nuovo percorso, che personalmente condivido, di affiancare alle tradizionali edizioni fieristiche “generaliste”, campionaria di novembre ed edizione estiva collegata con la Fiera di San Giovanni, le manifestazioni di settore, brevi “specialistiche” che richiamano numerosissimi visitatori e facilitano, anche economicamente, la presenza degli espositori”.

Per Nicosia, “si tratta di un nuovo, intelligente percorso, che i responsabili dell’Emaia, in primis il presidente Giovanni Denaro, i componenti del Cda e il direttore Paolo Sbezzo, hanno tracciato e che costituisce una nuova scommessa. Ma, ne sono certo, sarà una scommessa vincente”.

Ma anche il sindaco di Vittoria si rivolge agli amministratori presenti. “La Fiera Emaia è patrimonio della terra iblea. Dateci una mano a sostenerla. Non confinateci nella solitudine”.

di Redazione30 Giu 2013 10:06