Vertenze lavoro per i dipendenti degli alberghi e del Consorzio Universitario

Assemblea dipendenti. villaggi turistici JPGAlcune importanti iniziative sono state assunte e comunicate  lunedi pomeriggio nel corso dell’affollata assemblea dei lavoratori dei tre villaggi turistici, Marsa Siclà, baia Samuele e Maripisica, tenutasi  nella sede della Società del Mutuo  Soccorso di Pozzallo.  Le decisioni derivano dalla riunione svoltasi a Palermo dopo che  i sindacati hanno posto alcune questioni nella sede dell’Assessorato regionale all’Ambiente. Intanto domani, mercoledì 15 maggio alle ore 11,00 ci sarà un’audizione delle forze sindacali nella quinta commissione legislativa ( Cultura, Formazione e Lavoro) presieduta dall’on. Marcello Greco per individuare forme di tutele per l’integrazione al reddito dei 400 lavoratori delle tre strutture ove la vicenda giudiziaria, legata alla decisione della procura Antimafia e della Procura della  Repubblica del Tribunale di Modica, non dovesse registrare novità positive come il dissequestro delle strutture o  parte di queste.  Venerdì 24 maggio alle ore 11,00 saranno convocati i consigli comunali aperti in un luogo simbolo come quello della Fornace Penna a Sampieri; civici consessi allargati alle forze politiche e sindacali e a tutta la deputazione provinciale. E’ stata invitata a presiedere alla riunione dei consigli comunali congiunti l’assessore all’Ambiente Mariella Lo Bello.  I parlamentari nazionali in rappresentanza di forze politiche del territorio svolgeranno il loro ufficio con la presentazione di alcune interrogazioni al Ministero di Giustizia avendo a riferimento alcune tematiche relative alla situazione giudiziaria in atto.   Vertenza in atto anche per i dipendenti del consorzio universitario ibleo che hanno sollevato la questione relativa ai loro stipendi  futuri. A loro ha risposto il Commissario Scarso . ” La  situazione finanziaria della Provincia, dopo i ‘tagli’ dei trasferimenti dello Stato e della Regione, è quella che ho rappresentato nei giorni scorsi sulla stampa e con una lettera inviata ai parlamentari iblei. Niente allarmismi e niente discriminazioni come vorrebbero far credere i lavoratori del Consorzio Universitario Ibleo, ma da Commissario Straordinario dell’Ente ho il diritto-dovere di rappresentare qual è la situazione finanziaria della Provincia e i possibili ‘tagli’ ai servizi che necessariamente si dovranno assumere per poter ‘chiudere’ il bilancio di previsione. Chi era presente al tavolo istituzionale in Prefettura sulla situazione del Consorzio Universitario può testimoniare qual è stata la mia posizione, indirizzata soprattutto alla salvaguardia dei posti di lavoro, ma non si può non tenere conto della rigida legge dei numeri. Mi permetto di consigliare ai dipendenti del Consorzio che il livello dell’interlocuzione non è la Provincia ma il Governo nazionale e regionale. Se hanno deciso di chiudere anticipatamente le Province con pesanti ‘tagli’ finanziari appare pleonastico attaccare questo Commissario straordinario: cari lavoratori avere sbagliato destinatario”.

 

di Direttore14 Mag 2013 11:05