Un osservatorio sulle Aste Giudiziarie

manifestazione casaIl caso Guarascio non è ancora sopito perchè resta alta l’attenzione della gente su alcune concomitanze rilevate in quella occasione soprattutto per quanto riguarda la messa in vendita all’asta dei beni sequestrati ai debitori. Questa mattina, presso la Prefettura di Ragusa, c’è stato un incontro tra  il Prefetto di Ragusa Dott. Annunziato Vardè, ed una delegazione vittoriese guidata  dal  coordinatore cittadino  dellUDC Angelo Giacchi ed i consiglieri comunaIi, Daniele Barrano, Santo Cirica e Franco Caruso.  E’ stata evidenziata  grande preoccupazione, per i fatti accaduti nei giorni scorsi alla Famiglia Guarascio e per altri eventi che potrebbero verificarsi in futuro, se non si corre immediatamente ai ripari, individuando percorsi che possano porre un argine alla vertiginosa escalation, in questi momenti di fortissima crisi di lavoro e di reddito, delle vendite di immobili ed aziende all’asta che stanno coinvolgendo centinaia di famiglie vittoriesi. Secondo i rappresentanti vittoriesi in delegazione  si deve  scongiurare il  verificarsi  di altri fatti del genere che come risultato finale, hanno solamente quello di distruggere la serenità delle famiglie, ma non risolvono certamente il problema “dell’Aste ”.

Abbiamo chiesto a Sua Eccellenza di istituire presso la  Prefettura  un  osservatorio sulle aste giudiziarie  con a capo il prefetto stesso  in grado di verificare se esiste la  possibilità di trovare soluzioni “BONARIE” tra le Banche creditrici ed i loro creditori in modo da evitare, altri fatti gravi che possono verificarsi.      Innumerevoli sono le pratiche di vendita di immobili all’Asta e ci si può  permettere  di sottovalutare l’emergenza, dovuta certamente alla crisi che ha colpito il pilastro dell’economia della città, ovvero l’AGRICOLTURA.

A Vittoria, migliaia e migliaia di famiglie, traggono il loro reddito dai “PRODOTTI DELLA TERRA” che purtroppo in questi ultimi anni registrano prezzi di vendita bassissimi e nonostante l’impegno ed il faticoso lavoro degli agricoltori, dalla vendita dei prodotti, non  riescono a ricavare il giusto reddito per la famiglia. Secondo Angelo Giacchi  il Prefetto di Ragusa Annunziato Vardè,  ha mostrato un’altissima attenzione verso i fatti accaduti e verso la tutela della serenità della  famiglia che sta subendo fortissime sollecitazioni, proprio a causa della crisi finanziaria. La Prefettura si sta già interessando di alcuni casi mediante opportune interlocuzioni con alcuni istituti di credito, al fine di individuare possibili soluzioni che consentano di evitare drammatiche procedure esecutive   e per altri casi mediante la sensibilizzazione dei servizi sociali dei Comuni, allo scopo di dare assistenza alle persone bisognose.

 

di Redazione28 Mag 2013 18:05