La lotta per l’impiego nella formazione

manifestazione 14 gennaio 021Lo sblocco immediato del finanziamento per consentire il pagamento degli stipendi ai lavoratori delle tre filiere, l’accelerazione del pagamento della cassa integrazione, l’avvio di ogni procedura per la ricollocazione produttiva dei lavoratori licenziati dagli enti , l’apertura dei tavoli di confronto per affrontare tutte le emergenze. Sono le richieste ribadite dai sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola, nel corso dei sit in dei lavoratori della Formazione che si sono tenuti stamani davanti le sedi dei Centri per l’impiego delle nove città dell’Isola. Ai responsabili dei Centri è stato consegnato un documento con le richieste per la soluzione della vertenza.  “Ai dirigenti dei Centri per l’impiego – spiega Giovanni Migliore Responsabile Formazione Cisl Scuola – abbiamo ribadito la gravità della situazione che non consente ai lavoratori di ricevere da mesi gli stipendi, il trascorrere del tempo poi ,senza soluzioni concrete , fa avvicinare il rischio di chiusura delle attività della prima annualità dei corsi dell’avviso 20, senza alcuna prospettiva occupazionale per tutti i lavoratori della filiera, circa 8 mila persone. Un forte disagio sociale che tende a crescere,  la situazione per i lavoratori non è più tollerabile”.  Per il settore dell’Obbligo formativo, i sindacati tornano a chiedere certezze sulla prosecuzione delle attività  e la verifica dei mandati attesi dalla Ragioneria della Regione, per gli Interventi Formativi l’accelerazione di ogni procedura per l’erogazione degli stipendi e la predisposizione degli atti amministrativi necessari che garantiscano la prosecuzione delle attività formative dopo l’8 giugno, per gli Sportelli multifunzionali, l’accelerazione e lo sblocco dei mandati di pagamento dei saldi della prima e seconda annualità degli avvisi 1 e 2 e la proroga delle attività. Il 4 giugno si terrà la manifestazione regionale nel giorno dello sciopero regionale di tutti i lavoratori.

di Redazione27 Mag 2013 17:05