Dalle parole ai fatti. La Cna sfida la Serit

SERITDopo che nei giorni scorsi la Cna di Vittoria si era lamentata che ogni ritardo accumulato rischiava di essere letteralmente fatale per le piccole e medie imprese, che continuano a resistere sul territorio a prezzo di immani sforzi, la stessa associazione di categoria ha promosso per domani, sabato 4 maggio, alle 17, nella propria sede di via Nicosia 9, un incontro con i capigruppo del Consiglio comunale. In primo piano l’organizzazione della manifestazione che si intende promuovere tutti assieme per sensibilizzare le istituzioni e soprattutto l’ex Serit, oggi Riscossione Sicilia, sulla questione del pignoramento che rischia di fare definitivamente collassare il sistema imprenditoriale. “Assieme ai capigruppo consiliari – afferma il presidente della Cna territoriale di Vittoria, Giuseppe Santocono, assieme al responsabile organizzativo, Giorgio Stracquadanio – cercheremo di definire le linee organizzative di una iniziativa che dovrebbe tenersi alla fine del mese. Questo perché la Cna non intende rassegnarsi all’attesa, ma riteniamo che sia necessario agire subito senza lasciarsi influenzare dalla “politica”, intesa nel suo significato peggiore. Abbiamo giàdetto che se questa politica è stata sorda alle nostre richieste, se non ne ha colto l’urgenza, è il caso di farsi sentire un po’ di più. E intendiamo farlo con riferimento ad una questione che assume un determinato peso specifico per le Pmi: l’atteggiamento persecutorio e vessatorio di Riscossione Sicilia (ex Serit)”. La riunione servirà dunque a stabilire le modalità operative della manifestazione di sensibilizzazione a cui hanno già fornito la propria adesione altre associazioni e movimenti cittadini.

di Redazione03 Mag 2013 20:05

Privacy Preference Center