Le nomine di Crocetta. Che c’entrano le elezioni nazionali.

iano gurrieri Stop alle nomine della Regione in Sicilia fino alla fine della campagna elettorale.  Lo ha annunciato  il governatore Rosario Crocetta che dava notizia della decisione presa in una riunione della sua giunta. Sono state dunque bloccate tutte le nomine discrezionali fino alla fine della campagna elettorale. A questo punto ci si deve chiedere quali nomine possono essere considerate elettorali. Parliamo ad esempio della questione Camera di Commercio di Ragusa che ancora oggi a più di 15 giorni dalla notizia della possibile nomina di Iano Gurrieri si è ancora in alto mare per quanto riguarda l’insediamento. Sappiamo per certo che la nomina suddetta è stata fatta prima dell’annuncio di Crocetta che si poneva, lui stesso, una data dalla quale non pensare ad altre nomine. Ma non si può restare al palo. La Cam Com ha un ruolo importnate ed in questi giorni si stanno giocando delle partite alle quali noi non saremo presenti. pensiamo ad esempio alla questione aeroporto o al problema della promozione turistica e commerciale, oppure a quello che sta accadenso nel settore costruzioni o dell’artigianato. La nomina del commissario è necessaria al di la delle elezioni nazionali. Non vorremmo invece che proprio sulla pelle della Cam Com di Ragusa  si voglia giocare una partita politica con orizzonti diversi. Dopo le lezioni politiche infatti ci saranno le amministartive e proprio per questo evento sarebbe opportuno non buttare in politica le nomine quindi prima si fanno meglio sarebbe. Il rischio infatti è che la Camera di Commercio entri poi in una lottizzazione futura in relazione alle varie proposte elettorali a Modica, Ragusa, Comiso etc. Dunque Crocetta farebbe bene a ripsettare la sua promessa ma a dare corso alle nomine fatte prima di quel famoso lunedi.  Arriva proprio nella mattinata di mercoledi una dichiarazione personale di Crocetta riferendosi  a qualche critica sollevata da esponenti dell’ opposizione “siamo l’unica giunta in Italia che ha bloccato
le nomine in campagna elettorale. Si inventano che abbiamo attribuito incarichi soltanto prima della deliberazione di giunta che auto regolamenta l’attività del governo, solo perché arrivano in ritardo in commissione, con un
atteggiamento che finisce per bloccare, come nel caso del Cas, la necessità
urgente di monitoraggio e di programmazione, lasciando solo un commissario in un’azienda dove le incrostazioni del malaffare hanno raggiunto livelli non
accettabili. Qualcuno prima di parlare rifletta, poichè se non lo fa, a volte,
finisce per difende un sistema che invece va completamente smantellato. Va bene e la Cam Com di RagusA?
di Direttore13 Feb 2013 12:02