E ora……

iblagrilloI risultati delle politiche, probabilmente,  apriranno la strada a nuovi scenari. Bisognerà per forza trovare alleanze, magari impensabili, per cercare di cambiare questo paese ad incominciare dalla legge elettorale. Ma non è questo il senso dell’articolo che state leggendo. Invece vogliamo parlare di quello che è accaduto a  Ragusa  a pochi mesi dalle elezioni amministrative. Dunque nel capoluogo ibleo, guidato da circa 7 anni dal centro destra, con Dipasquale sindaco, assistiamo ad un debacle, intensa ed inaspettata, dei partiti tradizionali. Pdl e Pd sono in caduta libera mentre il movimento 5 stelle supera il 40 per cento. Nemmeno ai tempi della Democrazia Cristiana degli anni ottanta si è mai toccato un risultato così eclatante per un solo partito. Da dove deriva questo successo. Sicuramente dall’insuccesso degli altri. Dopo un breve periodo di splendore contrassegnato dallo slogan ” grande di nuovo” la città , anche a causa di una crisi contingente, si sta ritrovando in una spirale di apatia e incapacità economica e  politica. I prossimi pretendenti al trono di sindaco puntano le loro strategie sull’attacco indiscriminato dell’avversario, come si faceva una volta, cercandogli la famosa pagliuzza nell’occhio del nemico. Continuando così assisteremo ad una campagna elettorale fatta di insulti e accuse di malgoverno. Tutto questo è “oro” per il metodo dei grillini che si alimenta sulla insoddisfazione della maggioranza del  popolo che, purtroppo, vota con la pancia e non con il cuore e la testa. A questo si deve aggiungere il sistema  che utilizza il movimento 5 stelle nella sua “rete”.  Quasi come un piramide,  il partito, così ormai si deve definire, individua i vertici in base ai criteri tipici dei  social network. Chi ha tanti followers, che magari neanche si conoscono   se non per aver messo la freccetta sul quadratino dell’amicizia,  può aspirare a posizioni di privilegio e con il tempo sale verso l’alto. Un ottimo sistema che però non tiene conto delle esperienze o della capacità amministrativa. Ora, tra appena 90 giorni, i ragusani saranno chiamati alle urne nuovamente per eleggere  il loro sindaco. Se i partiti tradizionali continueranno ad affrontarsi sul campo delle cattive azioni fatte in  precedenza o delle aspirazioni di questo o quel pretendente, legittime certamente, ma obiettivamente non adeguate alla direzione della città,  state pur certi che il sistema  “5 stelle “rischia di aggiudicarsi la poltrona addirittura al primo colpo. Oggi per scongiurare questo “pericolo”  occorre mettere fine agli scontri interni ed esterni ed incominciare a tracciare le linee guida per la città e poi la provincia.  Vediamo quali sono le reali competenze di ognuno e diamo alle direzioni dei partiti il compito, una volta almeno, di ragionare in base ad una meritocrazia riconoscibile. Gli stessi candidati facciano autocritica e sappiano riconoscere i propri limiti. Amministrare una città, magari in difficoltà economiche, è ben differente che occupare qualche poltrona in ambiti importanti ma che fanno finanza derivata. La città è come una S.P.A.  deve produrre per dare benefici ai cittadini che ne sono gli azionisti e quindi in qualche modo titolari di ogni servizio.  Occorrerà rivedere, in qualche modo, i piani urbanistici e la questione ambientale, cercare le risorse nei luoghi deputati, ridare ossigeno all’artigianato e alla piccola e media impresa, spingere il commercio nel centro cittadino ormai immolato alla grande distribuzione. Essenziale infine rivalutare il turismo con una giusta  politica di incoming ed una promozione adeguata. Insomma c’è tanto da fare ma la prima cosa è quella di individuare gli attori di questa ripresa. Se non accadrà quello di cui stiamo parlando, se si continuerà a macinare tutto nel grande tritatutto della polemica che blocca ogni intelligenza, allora è meglio che vincano quelli di Grillo. E badate bene lo scenario sembra lo stesso anche per Modica dove i risultati non sono così eclatanti ma il movimento 5 stelle ha abbondantemente superato il 33 per cento.

di Direttore26 Feb 2013 12:02