Archiviate le indagini sul Geom. Caggia

>

Poche settimane fa la stampa regionale e non solo si era occupata di un’indagine della GdF di Catania che aveva portato all’incriminazione di di diverse persone accusare di corruzione nell’ambito delle licenze edilizie. La notizia ha avuto però poco risalto sui media ragusani ma nei comunicati stampa emessi dalle varie procure si faceva il nome di Sebastiano Caggia,  ex presidente dell’Ance iblea e di un importante consorzio di imprenditori edili che opera in tutto il sud est ma con sede a Comiso. La persona, appunto, molto conosciuta sembrava  coinvolta proprio per illeciti nel settore causando i “mormorii ” dei colleghi e della gente 
Oggi arriva la notizia che il Geom Caggia ha ottenuto  sia la richiesta di archiviazione, che la revoca dall’interdizione
dalla carica di Amministratore Delegato del CAEC.
Ecco il comunicato trasmessoci dal suddetto consorzio. 
Dopo mesi di lunghe indagini, il Pubblico Ministero -titolare dell’inchiesta-, con riferimento al procedimento in corso nei confronti di funzionari del Genio Civile di Catania e di alcune imprese del territorio, relativo ad alterazioni delle procedure di affidamento delle gare ed ampiamente diffuso dagli Organi di Stampa nel novembre scorso, ha avanzato al Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Catania, sia la richiesta di archiviazione che la revoca dall’interdizione della carica di Amministratore Delegato del CAEC di Comiso a carico del Geom. Sebastiano Caggia;
revoca immediatamente disposta dal GIP.
È la notizia che i suoi difensori gli Avvocati Riccardo Schininà e Maurizio Catalano hanno
comunicato all’interessato, confermando ancora una volta che i tempestivi chiarimenti forniti alla
Autorità Giudiziaria dal Geom. Caggia si sono rivelati immediatamente idonei all’esclusione da ogni
minima responsabilità, tanto da determinare lo stralcio della singola posizione con contestuale
rinuncia all’azione penale. Ed è -peraltro- appena il caso di rammentare che già da subito gli Organi
Inquirenti avevano ritenuto radicalmente estraneo ai fatti il Consorzio CAEC Società Cooperativa
mai, neppur provvisoriamente, sottoposto ad alcuna indagine.
Il Geom. Sebastiano Caggia nell’apprendere la notizia essendo sin da subito sicuro nella fiducia
verso la magistratura, forte della sua completa estraneità ai fatti, ha ringraziato il Consiglio di
Amministrazione del CAEC, gli amici ed i colleghi che in questo angosciante periodo si sono stretti
attorno a lui ed ovviamente i suoi legali per la fiducia sin dal primo momento riposta.

di Direttore25 Dic 2021 13:12