Non può essere una festa

>

Sarebbe assurdo e ingiusto festeggiare inaugurazione del primo lotto autostradale della Siracusa Gela nella nostra provincia vista la storia travagliata di questa opera ancora incompleta.
Cosi dice la CGIL in un comunicato stampa emesso in occasione del taglio del nastro sul tratto di autostrada che va da Rosolini ad Ispica.
E noi siamo completamente d’accordo. Come è possibile festeggiare un’opera pubblica che per essere realizzata, 10 chilometri appena, ha avuto bisogno di circa 10 anni. Una vergogna ed una dimostrazione di incapacità di gestire i fondi per le grandi opere. La colpa non è di Musumeci, anche se negli ultimi anni abbiamo assistito a balletti e rimpalli delle responsabilità dal Cas all’Anas o al ministero o chi per loro. Ora bisogna, almeno, per guadagnare la fiducia dei Ragusani spingere per l’immediata realizzazione dell’altro tratto quello che arriva fino a Modica e per il quale è già ben visibile il tracciato.
Ritornando alla CGIL i piace riportare l’ultima parte del comunicato odierno : abbiamo visto anche il lavoro di tanti uomini e donne fatto di dedizione e senso di responsabilità, dalle alte professionalità agli addetti alle mansioni più generiche. Abbiamo anche lottato e contribuito a mantenere alta la guardia sugli standard di sicurezza nel cantiere con risultati tangibili.  Dobbiamo guardare avanti con fiducia e determinazione
perché il lavoro si crea  con gli investimenti.

di Direttore03 Ago 2021 11:08