In Sicilia 3 bandiere blu su 7 alla provincia di Ragusa

>

Spiagge pulite, acque limpide e servizi efficienti sono il sogno di ogni bagnante, ma anche i criteri che ogni anno guidano la FEE (Foundation for Environmental Education) nell’assegnazione delle Bandiere Blu. Si tratta di uno dei più importanti riconoscimento per i luoghi di balneazione e nel 2021 in tutta Italia ne sono state piazzate ben 385. Di queste 7 si trovano in Sicilia, suddivise tra le province di Agrigento, Messina e Ragusa.

Nella provincia di Agrigento la Bandiera Blu 2021 è a Menfi (Lido Fiori Bertolino e Porto Palo Cipollazzo), nella provincia di Messina sono state assegnate a Tusa (Spiaggia Lampare e Spiaggia Marina), Lipari (Stromboli Ficogrande, Vulcano Gelso, Vulcano Acque Termali, Canneto e Acquacalda), e al lungomare di Santa Teresa di Riva. La provincia di Ragusa, infine, riceve la Bandiera Blu 2021 per le spiagge di Ispica (Ciriga I tratto, II tratto e III tratto, e Santa Maria del Focallo), Pozzallo (Pietre Nere e Raganzino) e Ragusa (Marina di Ragusa, già premiata con la Bandiera Verde assegnata dai pediatri italiani).

“In un momento così difficile, è necessario ripartire dalle certezze. E quali, migliori
di queste, se non la riconferma del riconoscimento della bandiera blu, da parte della
Fee, per i Comuni di Ragusa, Ispica e Pozzallo? Una concentrazione di qualità così
alta nella nostra provincia ci deve stimolare a dare il massimo”. E’ quanto afferma  Federalberghi Ragusa. Occorre partire proprio da qui per riuscire a programmare con la massima attenzione la stagione turistica, cercando di attirare quanti più turisti e visitatori, facendo leva proprio sulla
qualità delle acque e l’ampiezza dei servizi che le nostre località a mare sono in grado
di garantire.  Con l’auspicio che i contagi possano essere contenuti e che, soprattutto, la campagna
di vaccinazione cominci a fare effetto in maniera sempre più importante gli
operatori del turismo, dopo mesi di fermo, hanno la necessità di tornare a lavorare, di
mettersi in moto, di cominciare a muovere qualcosa dal punto di vista economico. E
le bandiere blu costituiscono, di certo, un buon punto di partenza. Affinché ciò
accada, però, è necessario che si abolisca il coprifuoco. Soprattutto visto che sono
numerosi i vacanzieri che, in questo periodo, stanno prenotando le vacanze in quei
Paesi in cui non ci sono di questi limiti.

di Direttore07 Mag 2021 23:05