Ragusa: si possono richiedere i buoni spesa

Il Settore Servizi Sociali rende noto che a partire dalle ore 9 di domani , venerdì 23
aprile , e fino alle ore 12 di giorno 5 maggio 2021 , gli intestatari di nuclei familiari
che si trovano in stato di bisogno a causa dell’emergenza socio-assistenziale da
COVID-19, possono presentare istanza per l’assegnazione di buoni spesa per
l'acquisto di prodotti di prima necessità o per il pagamento in forma diretta di canoni
di locazione di prima abitazione da effettuarsi da parte degli Uffici Comunali; i due
benefici sono alternativi.
Le domande dovranno essere inoltrate tramite la piattaforma online disponibile sul
sito web www.comune.ragusa.gov.it, cliccando sul link buoni spesa regionali, ove è
pubblicato anche il relativo avviso pubblico.
I buoni spesa potranno essere utilizzati negli esercizi commerciali riportati in elenco
sullo stesso link per acquistare alimenti, prodotti farmaceutici, prodotti per l’igiene
personale e domestica, bombole del gas, dispositivi di protezione individuale. Per
richiedere il pagamento di canoni di locazione dovrà essere allegato in piattaforma
obbligatoriamente copia del contratto di locazione regolarmente registrato.
Ogni nucleo familiare potrà presentare una sola istanza a pena di esclusione.
I contributi, inerenti la seconda tranche del finanziamento regionale messo a
disposizione dal Programma Operativo POC SICILIA 2014-2020, avranno un valore
unitario massimo per singolo nucleo familiare di:
•    300,00 € per un nucleo composto da una sola persona;
•    400,00 € per un nucleo composto da due persone;
•    600,00 € per un nucleo composto da tre persone;
•    700,00 € per un nucleo composto da quattro persone;
•    800,00 € per un nucleo composto da cinque o più persone.
Il richiedente è obbligato a dichiarare nell’istanza le somme già percepite a qualsiasi
titolo compreso Reddito di Cittadinanza, Reddito di Emergenza, naspi, indennità di

disoccupazione, cassa integrazione, altri buoni spesa, sussidi, pensioni, integrazione
al reddito comunque incassati nel periodo intercorrente dal 1 marzo 2020 al 6 aprile
2021.
Il sostegno sarà assegnato in via prioritaria a chi non ha percepito alcun reddito da
lavoro e non risulta destinatario di altra forma di sostegno pubblico e non ha
raggiunto il livello di “minimo vitale” nel periodo compreso tra giorno 1 marzo 2020
e giorno 6 aprile 2021.
Nel caso in cui il finanziamento regionale ricevuto dovesse risultare insufficiente a
soddisfare le istanze presentate, gli importi unitari di cui sopra saranno diminuiti
proporzionalmente così come previsto dalle istruzioni operative emesse
dall’Assessorato Regionale alla Famiglia e Politiche Sociali.
Successivamente e solo in presenza di risorse economiche residuali, saranno prese in
esame le altre domande presentate da soggetti che hanno raggiunto o superato il
‘minimo vitale’.
Le domande presentate saranno valutate dall’ufficio che, in caso di esito positivo,
procederà ad inviare apposito buono spesa mediante e-mail di conferma e codice PIN
sul cellulare del richiedente a partire dal 6 maggio 2021.
I patronati, sindacati, caf che volessero fare da intermediari per la presentazione delle
istanze potranno farlo solo dopo idonea autorizzazione del settore servizi Sociali che
dovrà essere appositamente cotattato dai suddetti intermediari.
Chiunque abbia difficoltà a compilare l’istanza, potrà rivolgersi per informazioni ai
seguenti numeri telefonici del Settore Servizi Sociali: 0932/676851, 0932/676856 ,
0932/676871

di Direttore22 Apr 2021 22:04