Oltre 100 contagiati dalla variante inglese. Il sindaco corre ai ripari

>
Se ne era già parlato circa dieci giorni fa e ora è arrivata la conferma. Oltre 100 contagiati della provincia di Ragusa sono da ricondursi alla variante inglese. Non si tratta però di un dato che fa riferimento ai tamponi degli ultimissimi giorni, ma di una serie di accertamenti su tamponi appunti effettuati nel corso della settimana passata. Comunque è bene precisare che tutti si trovano in isolamento e che non c’è da allarmarsi, a patto che si faccia attenzione. Doveroso, in questo senso, tenere a mente che la gestione di questa difficile condizione dipende in gran parte dal rispetto delle disposizioni anti contagio. Anche alla luce di questi dati, il sindaco di Ragusa Peppe Cassì ha firmato la nuova ordinanza circa le misure di contrasto e contenimento del Covid-19.
Il provvedimento, in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, prevede il divieto di stazionamento, tutti i giorni, dalle ore 16 alle ore 22, nelle seguenti aree di Marina di Ragusa: Porto turistico, Piazza Torre, Piazza Duca degli Abruzzi, Lungomare Andrea Doria, Lungomare Mediterraneo, Piazza Malta, via Tindari. A questo proposito è intervenuto il sindaco Peppe Cassì: “Questa mattina ho partecipato un nuovo incontro in Prefettura. Presenti il Questore, i Comandanti provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza ed i rappresentanti dell’ASP, con oggetto il pericolo di assembramenti nel weekend.
Tenuto conto del positivo risultato dello scorso weekend, si è stato stabilito di mantenere la regolamentazione degli accessi al porto turistico mediante transenne e pattugliamenti dedicati.
Con specifica ordinanza, ho altresì disposto per tutti i giorni fino al 6 aprile incluso, il divieto, dalle 16 alle 22, di stazionamento in determinate aree: Porto turistico, Piazza Torre, Piazza Duca degli Abruzzi, Lungomare Andrea Doria, Lungomare Mediterraneo, Piazza Malta, via Tindari.
In tutte queste zone si potrà quindi transitare e passeggiare ma non sostare, per evitare il formarsi di assembramenti. I controlli saranno svolti dalla Polizia Municipale in sinergia con tutte le Forze dell’Ordine.
Valuteremo quindi gli effetti delle nuove disposizioni, pronti ad estenderle ad altre zone o ad inasprirle se sarà necessario.
Abbiamo vissuto enormi sacrifici per arrivare al punto in cui siamo, ci siamo chiusi in casa per mesi e abbiamo rinunciato a tante libertà e perfino a stare vicino ai nostri affetti: proprio ora che si intravede l’uscita del tunnel, sarebbe sconsiderato mettere a repentaglio la nostra salute e quella degli altri, tornare a sovraccaricare gli ospedali, per il solo gusto di frequentare in massa i luoghi più affollati.
Abbiamo la fortuna di vivere in un territorio vasto e variegato, piena di bellezze: godiamocele senza mettere a repentaglio l’incolumità di nessuno”. 
Di seguito l’ordinanza sindacale:
di Stefano Ferrera04 Mar 2021 17:03