Aumentano i contagi e i controlli della GdF

>

Non arrivano buone notizie dal fronte dei contagi in provincia di Ragusa. Infatti a  fronte dei tanti tamponi rapidi che vengono effettuati in varie postazioni in tutto il territorio che offrono dati confortanti c’è invece il risultato dei tamponi molecolari, più approfonditi, che l’Asp effettua nelle strutture ufficilai. Ebbene in questo caso  i risultati sono invece poco soddisfacenti infatti il dato di ieri parla di 57 contagiati che ci colloca al terzo o quarto posto nella classifica regionale. Dati che confermano il trend della scorsa settimana  che ci ha visto passare da un paio di contagiati a circa 60. Dunque c’è solo una cosa da dire e da fare. Insistere nelle misure di prevenzioni e anche nei controlli.  A questo punto riportiamo il comunicato della GdF che ha rafforzato i servizi di controllo economico del territorio, programmando nello scorso fine settimana, specifiche attività anti covid.
Sabato sera i militari della Tenenza di Modica sono intervenuti in un noto bar,
all’interno del quale è stata accertata la presenza di clienti, nei cui confronti avveniva la
somministrazione con servizio al tavolo ben oltre l’orario consentito dalle vigenti
misure emergenziali.
L’articolo 27 del D.P.C.M. del 2 marzo 2021, infatti, consente in zona gialla le attività di
ristorazione dalle ore 05:00 alle ore 18:00. Al di fuori di questa fascia oraria è espressamente
vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.
Giunti sul posto intorno alle ore 20:00, i finanzieri hanno constatato all’interno del
locale la presenza di avventori trovati intenti ad effettuare consumazioni al tavolo, in
violazione delle limitazioni disposte dal Governo. Sette clienti sono, dunque, stati identificati
ed è stata irrogata loro la sanzione amministrativa di 400 €. Sanzionato anche il titolare
del bar, nei cui confronti, per impedire la prosecuzione o la reiterazione della violazione, è
stata altresì disposta la chiusura provvisoria dell’esercizio per cinque giorni.
Con l’approssimarsi della bella stagione, che potrebbe incoraggiare momenti di aggregazione
soprattutto da parte dei giovani, sinora lungamente penalizzati dalle restrizioni imposte, deve
essere mantenuta alta la soglia di attenzione.
Nel caso del bar di Modica è stato necessario sanzionare e chiudere provvisoriamente il
locale, per interrompere un comportamento che, oltre a non rappresentare un buon esempio
soprattutto per i più giovani, è risultato particolarmente irrispettoso nei confronti di tutti gli
esercenti che si attengono scrupolosamente alle stringenti ma indispensabili regole imposte
dal periodo emergenziale.
Le attività di controllo proseguiranno con incisività anche nei prossimi giorni così come continuerà, di
pari passo, il monitoraggio del territorio nell’ambito degli altri servizi di istituto che la Guardia
di Finanza assicura quotidianamente.

di Direttore08 Mar 2021 14:03