Se lo dicono loro……

>
Un documento congiunto per chiedere al nuovo Governo di riavviare il progetto per la costruzione del Ponte sullo Stretto. E’ quanto hanno deciso i presidenti di Sicilia e Calabria, Nello Musumeci e Nino Spirlì, nel corso di una riunione in videoconferenza organizzata da Lettera 150, l’associazione di professori universitari che sta elaborando proposte per il superamento dell’emergenza legata alla pandemia di Coronavirus e per la ripartenza del Paese. 
«Con il governatore della Calabria – afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – abbiamo concordato di predisporre un documento comune col quale riproporre al nuovo governo, tra le infrastrutture prioritarie, il collegamento stabile nello Stretto di Messina. Abbiamo bisogno di sapere – aggiunge Musumeci – se il presidente Draghi condivide l’esigenza di completare il corridoio transeuropeo includendo questa infrastruttura essenziale». Bella iniziativa di propaganda ma tutti sanno che un’opera del genere dalle nostre parti necessiterebbe di tempi biblici . Insomma se prendiamo ad esempio qualche progetto autostradale o addirittura il completamento di un lotto di una decina di chilometri sulla Siracusa Gela facendo le debite proporzioni non si potrà utilizzare la struttura se non poco prima del 2100.  Sarebbe meglio stare con i piedi a terra!!!!! 
di Direttore10 Feb 2021 23:02